fbpx
28.6 C
Casentino
martedì, 28 Giugno 2022

I più letti

Tetano day? Si, ma solo per pochi

Dopo l’elevata incidenza di casi di tetano registrati nella nostra zona, per ultimo quello di un uomo di 74 anni, di Pratovecchio, ricoverato dalla fine di marzo e ancora sedato e tracheostomizzato in quanto presenta tutt’oggi crisi tetaniche, era stato istituito, per la mattinata di sabato 9 maggio, dalle ore 9,00 alle 13,00, il “tetano day”.

Il Dipartimento di Prevenzione della Asl8 aveva deciso di offrire questa opportunità, senza prenotazione e in forma gratuita, a tutti coloro che non sono mai stati vaccinati o che da oltre 10 anni non hanno ricevuto richiami vaccinali specifici.
Anche qualcuno della nostra redazione si è recato, sabato mattina ai Poliambulatori di Bibbiena Stazione per effettuare la vaccinazione, ma all’arrivo all’ambulatorio si è dovuto ricredere sulla bella e importante iniziativa della “giornata del tetano”.

Alle 11.30 i vaccinati erano appena 25. Ad attendere il loro turno c’erano altre 30/40 persone circa, mentre i numeri per mettersi in fila erano già terminati. Alcuni ci hanno spiegato che era appena uscito qualcuno dall’ambulatorio per comunicare che sarebbero riusciti a vaccinare solo chi era in possesso del numero e che non c’era posto per nessun altro.

Possiamo capire che i vaccini hanno un costo e che per la provincia ne siano stati stanziati soltanto alcuni. Invece non capiamo come si possa pubblicizzare una giornata dedicata alla vaccinazione contro il tetano e togliere i numeri per potersi mettere in fila già a metà mattinata, l’orario in qualsiasi comunicazione parlava chiaro: vaccinazione dalle 9.00 alle 13.00!

Comunicati stampa, pagine sui giornali, volantini e manifesti attaccati nei punti CUP, il “tetano day” era stato largamente pubblicizzato e non si poteva non pensare che la popolazione casentinese non si presentasse in massa a questa importante iniziativa.
Forse occorreva più personale o più punti di vaccinazione sul territorio, oppure, semplicemente, non era il caso di fare tanta pubblicità per poi rimandare a casa, senza vaccino, tanti e tanti casentinesi.

Ultimi articoli