Tutto esaurito ieri domenica 2 dicembre all’Auditorium Berrettarossa di Soci (Bibbiena) per la replica del Requiem di Mozart eseguito da Oida Orchestra Instabile di Arezzo. Come per la prima di Arezzo, anche per la data di Soci, l’auditorium era al completo e molti non sono potuti entrare per raggiunta capienza della location.

Per la seconda volta la bellezza e il mistero del brano di Mozart, insieme alla maestrìa di Orchestra Instabile di Arezzo con Orchestra Poliziana di Montepulciano, dirette da Alessio Tiezzi, e la Corale Poliziana diretta da Judy Diodato, a cui si sono aggiunti alcuni elementi del Firenze Vocal Ensemble, hanno regalato al pubblico uno spettacolo di altissimo livello e di emozione palpabile. L’esecuzione dei solisti: soprano Laura Andreini, mezzosoprano Lilly Jørstad, tenore Marco Rencinai e basso Gabriele Lombardi hanno contribuito in maniera decisiva alla “magia” del momento.

Come per Arezzo un lungo applauso del pubblico in piedi ha esortato il bis del Dies Irae a cui orchestra e coro non si sono sottratti.

La cornice dell’Auditorium Berrettarossa, operazione di restauro della “chiesa vecchia” di Soci, si è rivelata perfetta per l’evento per la bellezza del luogo e per la sua acustica perfetta.

Il concerto di Soci è stato realizzato grazie alla collaborazione del Comune di Bibbiena e della Pro-loco di soci.

Prossimo appuntamento di Oida è per sabato 15 dicembre alle 17.30 ad Arezzo per il secondo concerto di musica da camera presso il Convitto nazionale di Arezzo con il quintetto di ottoni di Oida che eseguirà un repertorio da Bach e Verdi fino a Morricone e Sinatra.

Oida Orchestra instabile di Arezzo nasce dall’incontro delle più importanti realtà del territorio aretino: Associazione Guido Monaco, Kairos, Accademia Musicale Valdarnese, Opera Viwa, Quinte tra le note, Voceincanto, Orchestra Giovanile Arezzo, Scuola di Musica Le 7 Note, Spazio Seme, collaborazione del Liceo Musicale di Arezzo. Le attività di Oida sono patrocinate dalla Provincia di Arezzo e dai Comuni di Arezzo, Bibbiena, Castiglion Fiorentino, Cortona e Sansepolcro e sono sostenuti da Euronics e Artecerreta.

Per sostenere le attività di Oida chiunque può richiedere la nuova Oida card, un modo semplice ma importante per condividere la crescita del progetto Oida e contribuire a realizzare sempre più eventi e iniziative che valorizzano la formazione orchestrale dei musicisti.

Tutte le info sulle attività dell’orchestra instabile sono online a www.oidarezzo.it