fbpx
14.3 C
Casentino
mercoledì, 22 Settembre 2021

I più letti

Ufficio postale, Chiusi della Verna penalizzata… perchè?

Sia su Facebook che sui giornali si è parlato molto del futuro degli uffici postali, la nostra Amministrazione più di una volta ha affermato che erano in atto trattative con la direzione delle Poste Italiane e che non ci sarebbe stato alcun taglio nel nostro Comune. In merito alle tante chiacchiere che ormai siamo purtroppo abituati a sentire e di fronte alle quali ancora una volta ci troviamo arresi, quello che oggi conta sono i fatti. I fatti vedono attualmente una drastica riduzione di orario dell’ufficio postale di Chiusi della Verna, rischio a suo tempo già sollevato dalla minoranza, più volte accusata di raccontare “balle” e più volte rassicurata dall’Amministrazione con le solite chiacchiere (come peraltro successo con il pediatra e la guardia medica turistica).
Attualmente l’orario di apertura dell’ufficio postale di Chiusi della Verna è stato dimezzato, con l’inevitabile conseguenza che sono sempre presenti numerose persone allo sportello, costrette ad aspettare in fila molto tempo con il rischio oltretutto di non riuscire a sbrigare le proprie pratiche, come recentemente più volte accaduto. Riteniamo inutile correre al riparo riempiendo di vuote chiacchiere social network e giornali, quando ormai le cose sono già avvenute. Volendo superare la polemica spicciola che poco si addice a chi dovrebbe occuparsi della cosa pubblica, ci domandiamo: se tutti questi contatti intrapresi dall’Amministrazione sono realmente avvenuti, come mai in comuni come ad esempio Ortignano Raggiolo o Chitignano, notevolmente più piccoli e distanti solo pochi chilometri da realtà che avrebbero comunque mantenuto l’orario completo e tutti per altro amministrati dalla stessa parte politica quale è il PD, si è riusciti ad ottenere il pieno mantenimento del servizio?
Senza alcun intento di sminuire le altre realtà citate, ci preme sottolineare che Chiusi della Verna è un territorio a forte vocazione turistica come a tutti è noto, credete davvero che possa svilupparsi quest’ultimo se anche i pochi servizi esistenti come poste, pediatra o guardia medica scompaiono?
Il fatto che Chiusi della Verna abbia avuto queste penalizzazioni rispetto alle altre realtà, a che cosa è dovuto?
Ad una inefficace contrattazione con Poste Italiane, ad una sottovalutazione del problema oppure ad una minore considerazione di peso politico istituzionale?
Dove sono finiti tutti gli appoggi politici e le conoscenze continuamente sbandierate dal sindaco Tellini?
Dov’è l’Unione dei Comuni in tutto questo?
Ci auspichiamo che, seppur in evidente ritardo, ci possa essere da tutte le parti politiche casentinesi una forte presa di posizione a sostegno della cittadinanza di Chiusi della Verna e di chiunque possa trovarsi nelle solite condizioni.
Nostro malgrado, l’amara conclusione che abbiamo tratto ancora una volta, è che ci troviamo di fronte ad una sempre più evidente INCAPACITA’ AMMINISTRATIVA.
Questo a nostro avviso trova conferma nel fatto che altri comuni, vedi Caprese Michelangelo, dove era prevista come nel nostro comune la riduzione dell’orario degli uffici postali, facendo ricorso al TAR nei tempi previsti, ha potuto perlomeno ottenere la sospensione del provvedimento, permettendo così che non venisse ridotto l’orario. Tutto ciò è stato possibile grazie ad azioni puntuali e concrete, modalità che contraddistinguono una buona capacità a svolgere le mansioni amministrative, senza il bisogno di inutili “giornalate” riempite di PAROLE VUOTE, buone solo a scatenare clamore mediatico e che di fatto (e dopo un anno lo possiamo dire) non servono a niente. Detto questo non ci resta che unirci al disagio e al disappunto dei cittadini del nostro Comune e chiudere con una similitudine poetica che a nostro avviso può rendere molto bene l’idea della precarietà della nostra situazione;
Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie”.

Gruppo Civico Chiusi della Verna
Consiglieri di Minoranza

Ultimi articoli