Lui, Simone Noseda, artista veronese, si muove nel campo dell’astrattismo, non ancora informale, bensì segnico. I colori e le lineee rimandano idealmente ad architetture remote e a simboli arcaici, attingendo direttamente dall’immaginario comune per creare forme nuove, sconosciute eppure così familiari e rassicuranti.
Nel suo lavoro il segno, che spicca su fondi eterogenei, diventa simbolo immateriale e fantasia grafica, lasciando piena libertà allo spettatore di immedesimarsi nel suo lavoro ed in questo trovare piccoli pezzi di sè.
Lei, Sofia Sguerri, artista aretina, parte dal supporto fotografico, suo mezzo naturale, per ricongiungersi pittoricamente ad una visione più onirica dei suoi soggetti. Parti di corpi, donne intraviste, ora una gamba, ora una schiena. Sprazzi da flashback dai cromatismi intensi che esaltano le linee grafiche naturali dei corpi che raffigura, le esalta e le estrania al tempo stesso, lasciandoci un una visione parziale, costringendoci a costruire il resto della scena, trasfigurando, attraverso la materia, le immagini in micronarrazioni, giudando l’occhio verso una scena che si deve ancora compiere.

Mostra: IM\MATERIALI
Artisti: Simone Noseda, Sofia Sguerri
Curatore:Silvia Rossi, Catherina Gynt
Periodo: 01\02\2014 – 16\02\2014
Indirizzo: ExpArt, via Borghi 80, Bibbiena AR

Ingresso libero
Orari: dal martedì al sabato 10,00 – 18,30, domenica su appuntamento
Vernissage sabato 1 Febbraio ore 17,30