da Prospettiva Casentino – Da domani a giovedi si terrà presso la sede della Fondazione Baracchi la seconda edizione di “Fare impresa”, un progetto promosso dall’Associazione di imprenditori “Prospettiva Casentino” in collaborazione con l’Università di Siena.

Fare una nuova impresa, idearla dopo un’analisi sul territorio, realizzare un’analisi di mercato e un piano marketing, ma anche valutarne la sostenibilità economico-finanziaria. Tutto questo fa parte del percorso che vedrà protagonisti 56 ragazzi delle quarte e quinte superiori dei due istituti casentinesi, ovvero l’Isis Fermi di Bibbiena e l’Isis Galilei di Poppi.

Le novità che rendono unico questo progetto sono tante. Innanzi tutto sarà presente alle lezioni Lorenzo Zanni, Professore ordinario presso il Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici dell’Università degli Studi di Siena. Per citare solo alcuni dei suoi incarichi più significativi: Presidente del CdL in Economia e gestione delle PMI, Presidente Commissione Spin-off dell’Ateneo di Siena, Delegato del rettore dell’Università di Siena per il “Rapporti con le Imprese”, Prorettore dell’Università di Siena per “Relazioni con le Imprese e le Istituzioni Pubbliche e al Trasferimento Tecnologico”.

Altra caratteristica di questo corso è il coinvolgimento delle due scuole e del lavoro in team di ragazzi che provengono da percorsi di studio e scuole diversi.

Infine, ma non per ultimo, la presenza come co-docenti con funzioni di mentoring degli imprenditori casentinesi che fanno parte dell’associazione Prospettiva Casentino. Quest’anno gli imprenditori coach saranno Giovanni Basagni Presidente dell’Associazione, Stefano Cecconi di Aruba, Franco Bernardini di Baraclit, Denise Vangelisti della Freschi&eVangelisti e Dimitri Bonucci di Banca Mediolanum.

Il progetto si concluderà con il riconoscimento che verrà dato da una commissione mista Università, imprenditori, scuole al gruppo di ragazzi con l’idea imprenditoriale migliore per il Casentino.

Il Presidente Giovanni Basagni commenta: “Siamo contenti come gruppo di imprenditori di poter riproporre questo progetto, visti anche i risultati della prima edizione. Siamo infatti convinti che formazione, ricerca e innovazione siano da un lato stimolo per lo sviluppo di un’imprenditoria di successo, dall’altro motore di impegno ed inserimento giovanile nel mondo del lavoro. Un grazie di cuore va certamente al Professor Lorenzo Zanni e alla sua disponibilità a venire in Casentino ad infondere un primo approccio alla cultura imprenditoriale ai ragazzi delle superiori; ma un grazie va anche alle scuole che continuano a credere a queste progettualità e a renderle possibili pensando al bene dei ragazzi stessi e al loro futuro lavorativo”.

 

 

Tags: