13.9 C
Casentino
mercoledì, 21 Aprile 2021

I più letti

Una storia italiana, una storia casentinese

«Nel numero di CASENTINO2000 in edicola proponiamo una storia, nata negli anni ’70 e che ha visto all’inizio di questo millennio la sua triste e drammatica conclusione, che nessuno ha mai, fino in fondo, voluto raccontare.
E parlare di e con Simonello Marchesini, significa parlare della splendida e triste parabola che ha visto protagonista il Lanificio di Soci, o meglio, il Lanificio del Casentino e tutti i suoi lavoratori. E la STIMET.
Neppure noi abbiamo subito compreso cosa era veramente accaduto in quei giorni che hanno visto calare il sipario sulla STIMET e sul Lanificio del Casentino, due aziende che avevano i numeri per puntare in alto e che, considerando l’indotto, occupavano circa 2.000 persone. Un bacino di lavoro prezioso e rilevante per il Casentino, di cui oggi si sente drammaticamente la mancanza.
Ci siamo decisi a conoscerla davvero questa storia, che non è una storia semplice, lineare; è una storia dove si intrecciano interessi, scelte, decisioni, precise volontà.
È una storia che tutto il Casentino dovrebbe sentire la necessità di conoscere nei minimi particolari, e su cui questa vallata dovrebbe costruire un vero dibattito, una vera riflessione, per capire fino in fondo il suo passato e il suo presente e provare così a mettere le basi per pensare ad un altro futuro.

Con questo spirito di servizio al territorio mettiamo a disposizione di tutti quanto abbiamo raccolto, non ci interessa fare uno scoop, ma contribuire con questa testimonianza a suscitare in Casentino una approfondita e feconda discussione.
Secondo noi, e speriamo di poter raccogliere nelle prossime settimane e nei prossimi numeri di CASENTINO2000 i punti di vista di altri, in questa storia sono stati fatti errori e non sempre il “bene” della collettività è stato posto al centro delle singole scelte e decisioni.
Qualunque valutazione darete a questa vicenda e alle sue conseguenze, crediamo che non vi sarà possibile rimanere indifferenti.
Se fossero state fatte scelte diverse, da tutti gli attori in causa, forse il Casentino oggi sarebbe un’altra cosa?»

Tratto dall’editoriale di Mauro Meschini (nr. 256, marzo 2015)

Il lungo articolo-intervista con Simonello Marchesini, che tanto sta facendo discutere in Casentino e oltre, lo potete trovare nel numero in edicola di CASENTINO2000 in vendita a soli 2,00 euro.
Da oggi anche on line acquistando la copia in PDF del giornale stesso.

Ultimi articoli