fbpx
31.5 C
Casentino
mercoledì, 6 Luglio 2022

I più letti

14 novembre, giornata europea di lotta… altro che il teatrino indecoroso delle primarie!

Oggi 14 novembre assisteremo, finalmente, ad una giornata di lotta e mobilitazione europee – indette dalla Confederazione Europea dei Sindacati – contro le politiche di austerità e di macelleria sociale dei governi: trattasi di un appuntamento importante, fatto proprio dal No Monti Day e dagli indignados spagnoli, che vedrà in prima fila Rifondazione Comunista, da sempre impegnata per impedire il massacro del Welfare perpetrato dal server della Goldman Sachs Monti e dal suo Governo PDL-PD-UDC. Il nostro regime dell’informazione, invece, è tutto proteso a segnalare litigi sulla legge elettorale ed a interpretare il significato del minimo “starnuto” dei partecipanti al teatrino indecoroso delle primarie del PD, dove tutti (tutti…) i candidati – con la sottoscrizione della Carta d’intenti – si sono impegnati solennemente a rispettare i trattati europei che hanno già raso al suolo la Grecia, compreso il famigerato Fiscal Compact: apponendovi la loro firma, infatti, Bersani, Renzi, Vendola & C. hanno “giurato” di mantenere tutti gli impegni europei assunti da Mr. Monti, dall’obbligo del pareggio di bilancio incardinato nella Costituzione al rispetto dei draconiani Patti di Stabilità e privatizzazioni selvagge, passando per il già detto Fiscal Compact. Chiunque dirigerà il “centrocentrosinistra”, la strada prescelta è già stata abbondantemente tracciata, pure Vendola lo sa (anche se fa finta di non saperlo…) con Casini che – intanto – gongola in attesa di partecipare al banchetto governativo, magari solo dopo l’antipasto…In questo desolante quadro politico, l’unica chiarezza è rappresentata dalla Piazza romana del 27 ottobre, quella del No Monti Day, che rappresenta una forza ed un progetto strategicamente alternativi al neoliberismo imperante, che rifiuta i costi sociali della crisi e che vuol mettere in campo politiche “altre”, rispetto a quelle oggi dominanti del mercato. Ecco, questa è la direzione – limpida, chiara, inequivocabile, ma soprattutto coerente – che intende intraprendere Rifondazione Comunista, per la quale c’impegneremo nei prossimi mesi e sul perseguimento della quale è stato d’accordo fino all’altro giorno anche il PDCI, prima che questo partito fosse improvvisamente fulminato sulla Via di Damasco…
Fausto Tenti (Segretario Provinciale di Arezzo di Rifondazione Comunista)

Ultimi articoli