fbpx
15.4 C
Casentino
domenica, 25 Settembre 2022

I più letti

«Ma che me frega del referendum?»

Ci eravamo lasciati pochi giorni fa con l’anatema perentorio del PD di Stia: “Tornino al Comune i servizi di prima!” e già si registra il primo scontro di una campagna elettorale ricca di ghiotte occasioni in cui si paleserà l’inefficienza e l’incapacità di un’intera classe politica. Questa è solo la prima. Nel comunicato dell’ex sindaco di Pratovecchio Fantoni, che qui potete leggere, si evince chiaramente che, in barba al PD di Stia, a ingegneri e promotori vari, ma, soprattutto in barba ai cittadini di Stia e Pratovecchio, i vigili non torneranno o rimarranno nei rispettivi comuni, ma svolgeranno il loro servizio presso l’Unione!
Ma non doveva decidere la nuova amministrazione, come spiegato dal luminoso et progressivo comitato per il SI? Naturalmente no.
Il dottor Grifagni, il leader maximo del mobilificio specializzato in poltroncine di Ponte a Poppi, divide e impera. Non c’è niente da fare, i sindaci, quasi tutti uscenti, cacciatori già sistemati e non, non contano un cazzo, meno che meno il PD di Stia e similia. Il Commissario, una sorta di personaggio mitologico atterrato da mondi lontani, non può fare nulla (non ne dubitavamo). E via così.
I Vigili vanno a Poppi a spingere ancora, per poco, il carrozzone a 9 posti targato PD. Come si dice, fatta la grazia, gabbato lo santo…
A primavera speriamo soltanto che i tanti casentinesi che andranno a rinnovare i propri consigli comunali, si ricordino di tutto quello che è successo. Non c’è bisogno del “piccone”, basta una X scritta con il lapis…
Il Badalischio

Ultimi articoli

Articolo precedenteVai col BIFF
Articolo successivoIl buongiorno si vede dal mattino