I cittadini di Bibbiena vogliono bene al proprio comune e hanno fiducia nell’amministrazione. A dirlo sono i cittadini stessi che, anche nel 2010, come nel 2009, con la formula del 5X MILLE, hanno devoluto al comune capoluogo ben 6.703,90, addirittura 1.625,86 euro in più del 2009.

Questi fondi, utilizzati per il sociale e per le famiglie in difficoltà, fanno di Bibbiena il secondo ente della Provincia– solo dopo Arezzo con 11.286,38 – per fondi donati dai cittadini con lo strumento del 5XMILLE, distaccando in maniera significativa – se si considera il numero degli abitanti – Cortona, Montevarchi e Sansepolcro. Se poi consideriamo, invece, la somma pro capite, Bibbiena è il primo in assoluto di tutta la nostra provincia e non solo.

Per fare solo alcuni confronti a Cortona sono andati 3.617,43 euro, Sansepolcro 3.140,33 euro.

Grande soddisfazione, per questo, è stata espressa dagli amministratori, sindaco in prima fila: “Vedere il proprio comune in un secondo posto così virtuoso, rappresenta per noi una grande soddisfazione; questo significa innanzi tutto che i cittadini si sentono ”coinvolti”, hanno a cuore i nostri progetti, si fidano dei propri amministratori. Attualmente questi aspetti non sono scontati, al contrario molto rari e denotano un’attenzione particolare nei confronti della cosa pubblica sentita come propria, come facente parte del proprio mondo”.

Ai cittadini è piaciuto, sicuramente, la proposta dell’amministrazione, di acquistare alcuni “defibrillatori intelligenti”, da destinare ai plessi scolastici del nostro comune. Questi defibrillatori hanno la prerogativa di riconoscere ed interrompere un’aritmia ventricolare maligna, cioè potenzialmente mortale; il loro acquisto comporta anche un’adeguata attività di formazione del personale che sarà poi preposto al loro utilizzo.

Grazie ai cittadini di BIbbiena si potrà dare così continuità al progetto “Il Cuore di Bibbiena” lanciato dall’assessorato allo sport per l’acquisto di defibrillatori intelligenti anche per le società sportive.