fbpx
21.3 C
Casentino
giovedì, 24 Giugno 2021

I più letti

D’Ettore e Tanti (PDL): SEL Casentino, la Provincia ed il Presidente Rossi

Siamo meravigliati che “Sel Casentino” non comprenda la posizione del PDL in merito al futuro della Provincia di Arezzo, e divulghi comunicati confusi in contraddizione anche con altre “parti” e fette politiche di Sel sparpagliate tra provincia e regione. Noi diciamo da sempre che la Toscana del Sud può essere una delle opportunità, ma se Arezzo raggiunge il numero per rimanere autonoma allora la Regione ha due strade: – o lascia “invariato”, come appare necessario,  l’orientamento della legge sul riordino delle autonomie locali di carattere provinciale e, quindi, non si procede all’accorpamento con Siena e Grosseto, oppure si apre un tavolo – non su facebook però- ma con il territorio, le categorie economiche e i Sindaci nel quale si valutano – con dati certi ed analisi tecniche –  i reali costi comparati, i benefici e le eventuali opportunità. Il tutto a partire da due punti fermi: il Capoluogo, formale e sostanziale, rimane ad Arezzo e questo ipotetico matrimonio lo si fa in regime di separazione dei beni perchè Arezzo non ripiani “buchi” senesi su università, sanità, trasporto pubblico locale che proprio in questi giorni vengono alla luce e che davvero non vogliamo ereditare. Il Presidente Rossi, quindi, venga ad Arezzo e si confronti con noi e con il territorio senza supponenza e sapendo che le presunte “deroghe” si possono fare se chi le fa ne ha un legittimo vantaggio e tenendo conto, in ogni caso, degli indirizzi della legge sui parametri per il riordino delle province e la razionalizzazione delle funzioni. A fronte di un PD senza linea, il PDL quindi ha una linea chiara che, come si vede, non è preconcetta ma ha solo un punto fermo: – fare gli interessi di Arezzo senza subire scelte arbitrarie, ma scegliendo ciò che è meglio per noi.

Questo è quanto diciamo da tempo e a dire il vero ci pare anche di semplice comprensione. Semmai sarebbe utile, giusto per avere il quadro, sapere se SEL Casentino risponde a SEL provinciale o è un soggetto autonomo che interloquisce da sè con Coordinatori Provinciali e Consiglieri Regionali e Provinciali di altre forze politiche; – se SEL Casentino la pensa sul tema delle Province come il PD Rossi o come il PD Vasai, se SEL Casentino sta con il Consigliere Puopolo che vuol potenziare San Zeno o con la Capogruppo Landucci di SEL che non vuole potenziarlo;- se SEL Casentino condivide che sul livello regionale SEL sostenga Rossi senza nulla dire sulle tante problematiche a partire dai rincari su sanità e trasporto pubblico locale e ancora sapere se SEL Casentino guarda all’UDC o all’IDV.

Tante domande che lasciano pensare che il “caos politico” di casa  Sel – che anche ad Arezzo pare un co-housing venuto male –  lasci poco tempo per comprendere le semplici dichiarazioni del PDL.
Poco male: noi da sempre siamo disposti a ripetere anche se con Sel, politicamente “millefette”,  bisognerebbe sapere a “chi” ripetere.

Felice Maurizio D’Ettore – Coordinatore Provinciale Pdl e Lucia Tanti – Capogruppo PDL Provincia di Arezzo

 

Ultimi articoli