Sabato 30 novembre, in occasione della Festa della Toscana, al Museo Archeologico del Casentino (in via Berni a Bibbiena), sarà organizzato un evento dal titolo “Tè al museo archeologico” all’interno del quale lo storico Giorno Innocenti leggerà alcune delle più sigificative leggende casentinesi. L’entrata al Museo sarà dalle ore 15,30 alle ore 18.00 e l’ingresso di 2,50 euro. Un modo per celebrare le nostre radici, che sono storia, mito, patrimonio orale e quindi per celebrare questa importante giornata.

Dal 2000 il Consiglio Regionale della Toscana ha approvato una legge per celebrare, il 30 novembre, la Festa della Regione Toscana, un omaggio a tutti coloro i quali si riconoscono nei valori della pace, della giustizia e della  liberta’. La Regione ha istituito la festa commemorativa del 30 novembre per ricordare il giorno in cui ricorre l’anniversario della Riforma Penale promulgata, a quella data nel 1786, da Pietro Leopoldo di Lorena, Granduca di Toscana dal 1765 al 1790. Con tale Riforma la Toscana divenne il primo Stato al mondo in cui si abolì la pena di morte, uno degli atti più incivili perpetuati fino ad allora da tutti i governi. Il 30 novembre, pertanto, non è una data fondamentale solo per l’antico Granducato di Toscana o interessante per coloro che si occupano di storia, è il primo giorno di una storia nuova per tutti gli uomini dal XVIII secolo ai nostri tempi.