E’ di questo giorni la notizia che anche il Corsalone avrà il suo mercato. Ed in quale giorno? Guarda caso, il giovedì mattina,(cominciando dal prossimo 4 luglio), in contemporanea con quello di Bibbiena.

Così alla scelta, ancora una volta priva di un progetto politico, ma volta a vivacchiare, fatta dalla Giunta Bernardini di aprire un mercato a Bibbiena Stazione, ora si aggiunge anche il mercato del Corsalone. Il che significa il funerale definitivo di quello di Bibbiena. Un altro colpo mortale per il nostro centro storico.

Tutto ciò avviene nel silenzio più assoluto degli amministratori bibbienesi, come se il problema non li riguardasse. Ma ancora più grave (vorremmo augurarci che la notizia non fosse vera) è che, da quanto ci è stato riferito, il Comune d Chiusi della Verna avrebbe contattato il Comune di Bibbiena prima di scegliere il giorno, per concordare il calendario. Sembra che l’Assessore competente abbia risposto che il problema non lo interessava e che il Comune di Chiusi facesse pure quello che voleva.

Aspettiamo smentite a queste notizie che circolano a Bibbiena, altrimenti dovremmo chiedere al Sindaco le dimissioni immediate almeno dell’Assessore.

Chiediamo un chiarimento ufficiale da parte del Sindaco su tutta la vicenda. E comunque è doveroso che Bernardini apra un confronto con Chiusi della Verna per ridiscutere date ed orari.

Ma è evidente che l’aureo isolamento in cui Bernardini ha cacciato il Comune di Bibbiena sta producendo i suoi guasti. La pretesa di fare da soli, perché comune più grande, sta rivelando tutta la miopia di una politica rinchiusa in una mentalità da strapaese, più da feudalesimo che da democrazia moderna. Purtroppo un atteggiamento ed una mentalità che sta prevalendo nella maggior parte dei nostri comuni. Come dimostrano le vicende dei referendum sulla fusione di Comuni, ultimo quello di Castel San Niccolò e Montemignaio.

SEL è preoccupata per lo stato di abbandono del Centro Storico e per la mancanza di qualsiasi iniziativa di recupero di un suo ruolo economico, turistico, culturale. La vicenda del mercato settimanale è l’ultima triste dimostrazione non solo di una crisi di ruolo, ma quel che è peggio di un disinteresse, di una trascuratezza preoccupanti, proprio da parte di chi avrebbe il compito di tutelare, promuovere, programmare.

Sinistra Ecologia Libertà Bibbiena