fbpx
7.8 C
Casentino
domenica, 21 Aprile 2024

I più letti

La giusta idratazione

di Beatrice Boschi – Circa il 75% del nostro corpo è composto da acqua e molte funzioni fisiologiche dipendono proprio da questa, come per esempio mantenere la temperatura corporea nella norma, produrre saliva e il film lacrimale dell’occhio e lubrificare le articolazioni. L’acqua è un nutriente essenziale perché la quantità prodotta con il metabolismo (circa 350ml/die) non è sufficiente a coprire il fabbisogno giornaliero, per questo motivo bisogna ricordarci di bere la quantità giusta di acqua per non incorrere in uno stato di disidratazione.

Esistono due parametri per valutare il livello di idratazione: la sensazione di sete e la colorazione delle urine. Per quanto riguarda il primo parametro, quando sentiamo sete siamo già disidratati, bisognerebbe quindi bere prima di avvertire lo stimolo.

Per quanto riguarda il secondo parametro invece, se l’urina è di colore giallo chiaro, l’organismo è ben idratato; al contrario, quando l’urina è poca e ha un colore giallo intenso significa che il corpo è povero di acqua ed è necessario dunque assumerne una quantità maggiore.

Inoltre la disidratazione è caratterizzata da sintomi precisi, quali: stanchezza, vertigini, crampi e dolori muscolari, mucose secche, stitichezza, mal di testa, sbalzi d’umore e perdita di concentrazione.

Ma quale è la quantità giusta di acqua che dovremmo assumere? Parlando di bambini e adolescenti la quantità giornaliera di acqua che dovrebbero bere va da circa un litro nei bambini da 1 a 3 anni, fino ad arrivare a 2 litri al giorno negli adolescenti. Entrando nell’età adulta, il corpo dell’uomo tende ad avere una richiesta di acqua superiore rispetto alla donna, quindi tra i 18 e i 65 anni un uomo dovrà assumere tra i 2,5 litri e i 3 litri di acqua al giorno, mentre una donna circa 2 litri. Oltre i 65 anni, i valori di assunzione si riducono leggermente.

Bere è un gesto così semplice da essere spesso sottovalutato, ecco quindi alcuni consigli per una corretta idratazione: • Quando sei fuori casa porta sempre con te dell’acqua, • Cerca di bere almeno 2 bicchieri di acqua ai pasti, • Ricorda che anche frutta e verdura contribuiscono al raggiungimento del fabbisogno idrico, • Per rendere l’idratazione meno monotona prepara delle acque aromatizzate alla frutta, • Evita le bibite gassate e zuccherate che apportano troppi zuccheri, • Cerca di anticipare il senso di sete bevendo frequentemente.

Dott.SSA BEATRICE BOSCHI Biologa e nutrizionista, beatrice.boschi@virgilio.it – tel. 347 8482948

(ESSERE L’Equilibrio tra Benessere, Salute e Società)

Ultimi articoli