fbpx
18.7 C
Casentino
venerdì, 7 Ottobre 2022

I più letti

Nascere e morire, quando decido io? I grandi temi bioetici in un incontro

“Nascere e morire, quando decido io?” Parte da questo grande interrogativo l’incontro in programma sabato 11 maggio, ore 17, nel salone delle feste del castello di Poppi. Dall’aborto farmacologico alla fecondazione assistita, dalle decisioni di fine vita al testamento biologico: le principali questioni di bioetica sul tappeto verranno affrontate e esplorate da un qualificato gruppo di esperti che su questi argomenti hanno posizioni anche radicalmente diverse.
L’incontro, organizzato dalla Fondazione Baracchi, è stato stimolato dal volume Nascere e morire: quando decido io? Italia e Europa a confronto, curato da Monica Soldano e Gianni Baldini. Entrambi gli autori parteciperanno all’incontro di Poppi, insieme ad altri tre qualificati ospiti, i cui curriculum già ci indicano il ventaglio di posizioni che andrà a aprirsi, per consentire a ciascuno di approfondire a tutto tondo la conoscenza degli argomenti trattati.
Gianni Baldini, avvocato, è docente di biodiritto presso la facoltà di Scienze Politiche Cesare Alfieri dell’Università di Firenze. Nel suo percorso professionale ha patrocinato alcuni dei contenziosi più controversi inerenti la fecondazione assistita e la legge 40/04. Monica Soldano è una giornalista specializzata nei temi dei diritti e della bioetica.
Nel 1998 ha fondato l’associazione onlus Madre Provetta, di cui è presidente, con l’obiettivo di indagare l’impatto che le biotecnologie avrebbero avuto sulla società.
Alfredo Zuppiroli, medico cardiologo (è stato direttore del dipartimento cardiologico dell’Azienda Sanitaria di Firenze) ha sviluppato un particolare interesse per i temi etici inerenti la pratica della medicina, è membro e per tre anni è stato presidente della Commissione di bioetica della Regione Toscana.
E ancora Giacomo Rocchi, magistrato consigliere presso la Corte di Cassazione, si è sempre interessato a tematiche bioetiche avendo come punto di riferimento la difesa del diritto alla vita di ogni uomo dal concepimento fino alla morte naturale. Sulla vicenda Englaro ha scritto Il Caso Englaro. Le domande che bruciano.
Infine Maurizio Faggioni, è Frate minore e professore ordinario di bioetica presso la Accademia Alfonsiana di Roma. E’ autore di numerosi contributi di carattere bioetico tra cui A tu per tu con la morte, La vita nelle nostre mani. Manuale di bioetica teologica e Sessualità, matrimonio e famiglia.
L’incontro di Poppi sarà coordinato dal giornalista Gianluca Baccani.

Ultimi articoli