fbpx
18.7 C
Casentino
venerdì, 7 Ottobre 2022

I più letti

Salvate il soldato Grif!

Ieri mattina si è tenuto un incontro presso la sede provvisoria del Comune di Pratovecchio Stia tra il Commissario prefettizio e i Sindaci Agostini, Betti e Rocchio e gli ex Sindaci Fantoni e Santini, naturalmente non poteva mancare a tale consesso il Dott. Grifagni. Ordine del giorno rapporti tra il nuovo Comune e l’Unione dei Comuni Montani del Casentino nel periodo transitorio. Nonostante il fatto che il sottoscritto non abbia mai messo in discussione l’associazione dei servizi sociali, pur di mantenere il controllo della Polizia Municipale proprio il Dott. Grifagni facendosi portavoce dei Sindaci presenti metteva in discussione il fatto che se si voleva far continuare la funzione associata dei servizi sociali era necessaria una nuova convenzione e che essa sarebbe stata legata alla stipula di una convenzione per la Polizia Municipale. Questo solo perché la casa di riposo di Pratovecchio non è gestita dall’Unione ma autonomamente, della serie la libertà e l’autonomia vanno mortificate e combattute. Anche con il mio parere contrario, come abitualmente operano, il plotone tecnico politico dell’Unione ha offerto al Commissario di gestire il servizio di Polizia Municipale per il nuovo Ente fino alla definizione del tutto con la futura amministrazione, promettendo un presidio fisso a Pratovecchio Stia e una presenza importante nel territorio del nuovo ente.
Tutto questo per la seguenti motivazioni: 1 Perdere i vigili di Stia significherebbe non garantire l’equilibrio del servizio attuale. 2 Finanziariamente non sarebbe possibile sostenere gli impegni presi dall’estinto Comune di Stia. Le contropartite offerte prevedono maggior presenza di vigili su Pratovecchio Stia diminuendo il servizio negli altri comuni dell’Unione, disponibili anche a non gravare il nuovo Ente di costi maggiori di quelli che sosterrebbe se gestisse da se il servizio.
In sintesi per salvare il sistema sono disposti a dare un buon servizio a Pratovecchio Stia peggiorandolo in altre zone marginali del Casentino.
Questa è la visione globale per il governo del territorio casentinese, questo è il motivo per cui i nostri servizi sono di bassa qualità ed ai cittadini si continuano a raccontare le novelle della Nonna, in attesa di sapere il parere del PD di Stia che si era pronunciato sulla questione, devo registrare che la cosa importante non è garantire servizi moderni ai cittadini a costi decenti, l’ordine perentorio è: Salvate il soldato Grif.
Anselmo Fantoni, già Sindaco del Comune di Pratovecchio

Ultimi articoli

Articolo precedenteVai col BIFF
Articolo successivoIl buongiorno si vede dal mattino