In questi giorni anche la nostra vallata è stata interessata dalle scosse di terremoto, scosse per fortuna lievi che non hanno causato problemi, ma che sono state sufficienti per diffondere anche da noi un senso di preoccupazione.

Adesso, una nuova triste notizia, contribuisce a rendere ancora maggiore il coinvolgimento del Casentino in questa tragedia che sembra non avere fine.

Una delle ultime vittime del sisma, Don Ivan Martini, 65 anni, aveva infatti forti legami con il Casentino. La madre era di Salutio, e altri suoi parenti vivono nella vallata. Attualmente era parroco della chiesa di Santa Caterina di Rovereto sulla Secchia nel comune di Novi (MO).

È morto proprio nella sua chiesa, schiacciato da una grossa pietra che si è staccata dal soffitto. Stava cercando di verificare i danni subiti dall’edificio e cosa fosse possibile mettere in salvo. Purtroppo non è riuscito a salvare se stesso.