fbpx
5.4 C
Casentino
venerdì, 19 Aprile 2024

I più letti

In bike nella terra del Solano: Strada – Montemignaio – Caiano – Strada

di Marcello Bartolini – In teoria adesso che siamo a settembre le temperature dovrebbero essere più miti, dopo un agosto infuocato. Nel dubbio propongo anche per questo mese un bel giro in quota, stavolta tutto su asfalto. L’itinerario parte da piazza Matteotti a Strada in Casentino, borgo caratteristico che ha conservato in gran parte del suo antico fascino, principalmente se si ha l’accortezza di alzare lo sguardo verso il “Castello” che domina dall’alto il borgo. Il castello risale all’XI secolo ed è stato costruito come una fortezza difensiva per controllare la valle circostante. Nel corso dei secoli, il castello ha subito diversi interventi di ampliamento e ristrutturazione, ma conserva intatto tutto il suo fascino antico.

La piazza da cui partiamo è una piazza tradizionale che conserva l’architettura e l’atmosfera tipiche dei borghi toscani. Le case in pietra, i portici e le stradine che si aprono sulla piazza contribuiscono a creare un’atmosfera autentica e accogliente. Adesso però si parte e si prende la strada verso Firenze ed il passo della Consuma, una strada asfaltata ricca di curve e totalmente in salita, quindi prepariamoci a faticare un poco, di buono c’è che gran parte del percorso è ombreggiato, ogni tanto poi la pendenza concede tregua quindi l’ascesa risulta non troppo ostica anche per chi non fosse particolarmente allenato.

Il primo luogo che incontriamo durante il nostro cammino è Prato di Strada che però aggireremo tramite una variante, chi volesse può fare una piccola deviazione e passare sulla strada ancora lastricata in pietra. Dopo poco eccoci a Rifiglio, qui si inizia a salire davvero. Una decina di chilometri di salita ed arriviamo a Montemignaio, al Molino, da qui si intravede la torre, però ancora manca un po’ di salita, passiamo davanti alla Pieve e qualche centinaio di metri dopo eccoci arrivati in cima, facciamo una deviazione a destra per andare nella piazza del Castello e, perché no, riposarci un poco, dato che il giro prosegue ma non prima di avere fatto un breve giro nel centro storico di Montemignaio che è caratterizzato da stradine strette e tortuose, case in pietra e dettagli architettonici che riflettono la tradizione toscana.

Passeggiare per le vie del borgo è come fare un salto nel passato, si riparte sempre in direzione Firenze e, dopo un paio di chilometri di discesa, si ricomincia a salire verso la strada che porta al passo della Consuma. Poco prima di arrivare all’incrocio che ci porterebbe verso Firenze, quando la strada si fa più pianeggiante, sulla destra troviamo le indicazioni per Caiano, da qui si possono ammirare paesaggi verdi, boschi e campi coltivati e da questa posizione collinare si godono viste panoramiche mozzafiato sulla valle circostante.

La fatica è praticamente finita, da qui inizia una divertente discesa abbastanza ripida che ci riporta rapidamente a Rifiglio da dove, svoltando a sinistra rientriamo con un breve tratto in falsopiano verso Strada per poi tornare in piazza Matteotti da cui siamo partiti, qui avrete a disposizione acqua fresca, bar e tutto quello che potrà servire per recuperare le energie.

Un giro divertente che ci porta in una delle zone forse un po’ meno note del nostro Casentino, ma non per questo meno affascinante, anche qua pur essendo fuori dal Parco Nazionale, la Natura è la vera padrona, gli esseri umani si sono adattati e, soprattutto, l’hanno rispettata il più possibile e questo credo sia il vero motivo di vanto per i casentinesi tutti.

Ultimi articoli