fbpx
1.8 C
Casentino
lunedì, 28 Novembre 2022

I più letti

UISP: la giornata delle casentinesi

di Francesco Benucci – Inversione di tendenza. Ebbene sì, dopo un turno a tinte fosche nella valle dell’Arno torna a brillare la luce! E a conferma di un mutamento sensibile questa settimana non si è verificato neppure l’antipatico inconveniente dei rinvii che puntualmente aveva caratterizzato i campionati UISP nel 2013.
In Eccellenza, quasi per la legge del contrappasso, la sola squadra a lasciarci le penne è l’unica vincente della scorsa giornata, cioè Il Ciclone. Tuttavia le attenuanti non mancano: i ragazzi di Stia giocavano fuori casa contro lo schiacciasassi New Old Boca che guida la classifica con 7 (7!) punti di vantaggio sulla seconda; e anche le dimensioni della sconfitta (2-1) dimostrano che i Casentinesi, come loro uso, hanno venduto cara la pelle! A proposito di alta classifica spicca la vittoria delle Logge che, con una prestazione gladiatoria e convincente, a Partina hanno travolto la Stella Azzurra 3-0 agguantandola al secondo posto e rinfocolando ambizioni mai sopite. Se una faccia di Bibbiena sorride anche l’altra non è da meno. Sul campo di una Chiassa assetata di punti salvezza lo Spartak, trascinato da Venturi, Giuliani e Gennai, è riuscito a compiere l’impresa (1-2), riscattando il capitombolo di domenica scorsa e riprendendo la sua marcia. Si sono spartiti infine la posta in palio Il Corsalone, padrone di casa, e il Castelnuovo Falciano: il 2-2 finale, oltre ad aver regalato spettacolo, può essere accolto con favore da entrambe le contendenti visto che i primi mantengono così un buon margine sulla zona calda mentre i secondi confermano la loro posizione di metà classifica che con maggiore continuità potrebbe tramutarsi in qualcosa di più “attraente”!
Le squadre di 1°Divisione si presentano con la “fedina” pulita anche se alcuni pareggi lasciano un po’ di amaro in bocca. Come quello del Badia Prataglia sul campo della Desmo, ultima in classifica, per 0-0: le “polveri bagnate” dei Casentinesi non devono tuttavia allarmare perché la difesa si è fatta trovare pronta e perché il secondo posto in classifica con due partite da recuperare non è affatto male! 0-0 anche per il Boca Strada Juniors ma questa volta si tratta di un pareggio assolutamente soddisfacente essendo stato conseguito sul campo della temibile Superpoppa e in considerazione di un ruolino di marcia che fuori casa non era stato finora brillantissimo. Segno X anche per il Castelluccio che ospitava la Pol.S.Marco e che ha impattato per 1-1; forse si poteva fare di più ma, non a caso, il team basso-casentinese è quello con più pareggi nel girone (ben 8). In verità il record va condiviso col Bar La Siesta che però questa settimana si è tolto la soddisfazione di conseguire i 2 punti: la vittoria, ottenuta in quel di Rassina, contro il Ponte Buriano (3-1) consente ai nostri di scavalcare gli avversari di giornata e di allontanare la zona calda. A proposito di zona calda il successo più pesante della giornata è quello del Chiusi della Verna 2005 che torna a gioire e lo fa espugnando il difficile campo del Ceciliano (1-2); la classifica resta “difficile” ma le ben 4 partite da recuperare potrebbero essere un bottino prezioso.
La 2°Divisione non ha contemplato vie di mezzo: due sconfitte (tra l’altro interne) e due vittorie (tra l’altro esterne). Il successo che fa più sensazione è quello del Pratovecchio Calcio che si è tolto la soddisfazione di vincere, fuori casa, il derby con la Lokomotiv Rassina. Uno 0-1 quello ottenuto dall’ex Torpedo Blu preziosissimo per mantenersi a ridosso delle prime, uno stop quello dei ragazzi di Rassina che non compromette comunque una classifica certo positiva. Cade il Marcena e lo fa tra le mura amiche (0-1)ma l’impegno contro l’Ajax ’86 primo in graduatoria non era certo dei più semplici. Sembrava invece più abbordabile la partita del G.S.Poppi sul campo del fanalino di coda (La Ribongia); e in effetti i Casentinesi non hanno tradito le aspettative vincendo (1-3) e consolidandosi al quarto posto con la “dolce” compagnia del Marcena e del Pratovecchio. Se consideriamo che la Lokomotiv è poco dietro possiamo dire che le squadre della nostra vallata impegnate in questa Divisione coltivano ambizioni importanti!
In una settimana in cui le Casentinesi hanno compiuto più di una impresa poniamo l’accento sul Chiusi della Verna 2005 che ha finalmente smosso la sua classifica con un successo tanto inaspettato quanto frutto di una squadra che non vuole e non deve arrendersi.

Ultimi articoli