Casino 2

Si è appena conclusa la manifestazione spontanea convocata venerdì sera a Strada per stamani davanti al Comune di Bibbiena, contro la chiusura del Punto Nascita. Numerosi i cittadini presenti sotto una pioggia battente, insieme con i rappresentanti del Crest, a protestare per la dismissione della maternità del Casentino. Una delegazione guidata da Valerio Bobini è stata poi ricevuta dai Sindaci, in riunione con i responsabili della Asl per ratificare questa decisione.

Purtroppo nessuna apertura è venuta dai Sindaci (escluso Paolo Agostini); la decisione è già stata presa, il punto nascita chiuderà.

Venerdì sera al Centro Sociale di Bibbiena si svolgerà una importante assemblea con la presenza di tecnici e medici ASL per spiegare questa scelta e quelle relative al futuro dell’Ospedale. Il CREST, comitato dei cittadini a difesa della sanità pubblica, invita tutti i Casentinesi ad intervenire per far sentire la propria voce.

I Sindaci si giustificano dietro la motivazione che il Punto Nascita di Bibbiena ora non è più sicuro. Può darsi, ma chi lo ha portato fino a questo punto? E comunque sia, se si volesse basterebbe riportare gli standard operativi al dicembre 2012 quando, con parti sempre sotto il numero minimo, era considerato uno dei reparti di eccellenza regionale. Cosa è successo da allora? Chi ha voluto che si arrivasse a questo? Dove erano i Sindaci durante questo lento decadimento?

Su tutti colpisce la posizione del Sindaco di Bibbiena Bernardini eletto nel 2008 come il paladino della battaglia civica alla politica casentinese e che oggi ha perso la grande occasione di schierarsi, in questa battaglia, a fianco dei cittadini e non di avvallare una scelta che penalizza il Casentino e che è solo l’inizio della fine per il nostro Ospedale.

A questo punto, non resta che invitare tutti i Casentinesi alla assemblea di venerdì sera a Bibbiena.

Il dado è tratto, ma se c’è la volontà, tutto si può cambiare.

La Regione ha fatto una nuova legge sanitaria in un mese per non far svolgere il referendum, figuriamoci se non si può tornare indietro sulla chiusura del Punto Nascita di Bibbiena!

Ma per fare questo ci vorrebbero dei Sindaci con le palle che difendono il Casentino e questo, purtroppo, oggi è quello che davvero ci manca…

Immagine anteprima YouTube