Il sindaco De Bari faccia chiarezza e ritiri subito le deleghe all’ex sindaco Maggini. “…necessarie – spiega la Forestale – le tecniche utilizzate in Campania per la terra dei fuochi per scoprire cosa celassero due interi ettari di suolo”.
“ Il Giudice per le indagini preliminari, valutata … la necessità del sequestro, nonché l’allarme sociale e la necessità di interrompere le condotte criminose, convalidava il sequestro”
“…veniva accertato a carico del legale rappresentante dell’impresa e del Sindaco il reato di gestione illecita e abbandono di rifiuti speciali ”..

Basterebbero queste frasi, prese dagli articoli di stampa pubblicati nei giorni scorsi, per dare la dimensione di quello che sta venendo fuori in merito alla discarica abusiva ubicata in parte anche in terreni pubblici, scoperta nei giorni scorsi ma utilizzata, così è emerso dagli accertamenti, da ben 5 anni.
Questa vicenda dimostra la scarsa attenzione alla tutela delle risorse ambientali e territoriali e la mancanza di ascolto dei cittadini. Infatti più volte gli abitanti della zona avevano denunciato come quei terreni da pianeggianti erano diventati irregolari a causa della presenza di montagne di detriti senza ricevere risposta ne vedere l’interessamento sia dall’amministrazione Maggini sia da quella De Bari.
La cosa paradossale è che il reato di gestione illecita e abbandono di rifiuti speciali viene contestato al nuovo Sindaco De Bari, entrato da pochi mesi in carica, mentre chi era Sindaco nei 5 anni precedenti, periodo contestato, non viene toccato, pur essendo attualmente vicesindaco e avendo, cosa ancora più paradossale, fra le altre, la delega a lavori pubblici, ambiente, paesaggio e aree protette.
Per questo chiediamo al Sindaco di fare chiarezza dimostrando nei fatti, come ha sempre affermato, la sua autonomia e la sua discontinuità con il passato. Ha un solo modo chiaro per farlo e per evidenziare nel contempo la sua estraneità al reato contestato: ritirare immediatamente tutte le deleghe all’ex Sindaco Maggini.

Centro Sinistra per Subbiano