Sindaci-in-manette-per-lospedale1

Purtroppo avete indovinato, quelli nella foto NON sono i Sindaci del Casentino. I nostri Sindaci (escluso Paolo Agostini di Castel San Niccolò) hanno firmato questa mattina, nel salone consiliare di Bibbiena, alla presenza dei vertici della Asl, i Patti Territoriali Zona Casentino. Il percorso sarà attivato a partire dal 1° di Giugno 2016, data in cui il punto nascita verrà ufficialmente chiuso.

La mattinata della firma dei Patti Territoriali è stata accompagnata dalla protesta dei rappresentanti del Crest, che sono stati invitati ad esprimersi davanti alla conferenza socio-sanitaria dei sindaci del Casentino.

Venerdì 4 marzo alle ore 21.00 è stata indetta dal sindaco di Bibbiena una conferenza di approfondimento e spiegazione dei dettagli e delle operazioni contenute nel nuovo piano socio sanitario.

Il commento del sindaco di Bibbiena Bernardini e presidente della conferenza zonale socio sanitaria dei sindaci: “Siamo arrivati ai Patti dopo un lungo percorso, non facile che però è sempre stato contraddistinto da una cosa: la serietà. Con questa stessa prerogativa e con la volontà di fare il bene del territorio senza prendere in giro nessuno, abbiamo cercato la soluzione migliore per consentire una lunga vita al nostro ospedale e ai suoi servizi più importanti alla luce dei bisogni di salute. L’emergenza-urgenza è uno di questi. Molto più facile sarebbe stato promettere barricate sul punto nascita, sapendo comunque quale sarebbe stata la fine e con questo perdere tempo, risorse e soprattutto le opportunità che ci vengono date con i Patti. Io, come gli altri sindaci, abbiamo agito seguendo il buonsenso e soprattutto per il bene di tutti”.