fbpx
28.6 C
Casentino
martedì, 28 Giugno 2022

I più letti

Alla cuoca Sofia Giuntini di Pratovecchio Stia la borsa di studio FIPE “I cuochi del futuro”

Si è conclusa la prima parte di Cuochi del Futuro Conclusa la prima parte del corso di formazione “I cuochi del futuro” della durata complessiva di 7 mesi. Il numero degli allievi selezionati per questo corso in formula college a Palazzo Boccella a San Gennaro nel Comune di Capannori, per rispetti dekle regole anti-Covid è stato ridotto a soli 9 partecipanti (5 ragazzi e 4 ragazze). Requisito di ammissione era aver ottenuto una valutazione alla maturità superiore a 80/100 e la loro media è stata di 97/100.Provengono da varie regioni d’Italia. La Lombardia, dalle province di Milano, Varese e Como, dal Veneto Treviso, dalla Toscana, Firenze ed Arezzo e infine dalla Campania, Napoli.

La prima parte del corso si è svolto in modalità  “full-immersion” alternando attività pratica in cucina (con cuochi marchesiani quali Karsten Heidsiek e Antonio Ghilardi) a lezioni di analisi sensoriale (tenute dal Prof. Odello del Centro Studi Assaggiatori), nutrizione e alimentazione (Prof.ssa Venturi dell’Università di Pisa), conoscenza dei prodotti ittici (Dr.ssa Tepedino di Bologna),  storia della cucina (Prof. Capatti, Presidente Fondazione Gualtiero Marchesi), degustazione olio e vino (docenti AIS), coltivazione e allevamento (Dr. Triarico, Presidente Associazione Agricoltura Biodinamica) e management della ristorazioner (Dr. Enrico Dandolo, CEO Gruppo Gualtiero Marchesi). Le lezioni hanno previsto anche materie quali HACCP e Sicurezza sul lavoro nonché competenze trasversali, realizzate a cura di Job Farm.
Alla consegna dei diplomi erano presenti il Sindaco di Capannori, il Presidente della Fondazione CR di Lucca, il Presidente della Fondazione Palazzo Boccella e la vicepresidente della Fondazione Gualtiero Marchesi Simona Marchesi.

I ragazzi sono ora pronti a iniziare la parte pratica di stage curriculare nei seguenti ristoranti:

La Pergola di Roma

Piazza Duomo di Alba

Cracco di Milano

La Peca di Lonigo

El Molese di Cavalese

Dal Pescatore Santini di Canneto sull’Oglio

Paolo Teverini di Bagno di Romagna

Senso – Alfio Ghezzi di Rovereto

Dolce Stil Novo di Venaria Reale

Molti altri ristoranti che hanno aderito all’invito di Fondazione per ospitare gli allievi, saranno  coinvolti nelle prossime edizioni di questo corso.

A Sofia Giuntini di Pratovecchia Stia che ha ottenuto la miglior valutazione (95/100) viene consegnata una borsa di studio del valore di 3.000€ messa a disposizione da FIPE, Federazione Italiana Pubblici Esercizi, che da sempre sostiene le attività promosse da Fondazione Gualtiero Marchesi.

Una seconda borsa di studio di pari valore, sempre da parte di FIPE, sarà consegnata a fine corso al cuoco che avrà ottenuto il miglior punteggio nell’esame finale che verrà svolto a Milano nella sede di via Bonvesin de la Riva.

   

Ultimi articoli