fbpx
19 C
Casentino
martedì, 27 Settembre 2022

I più letti

Bibbiena, approvato il bilancio: nessun aumento per l’IMU

Lo scorso 31 di Luglio il Consiglio comunale ha approvato il Bilancio di previsione 2013. Punti importanti l’IMU e la Tares. Per quanto riguarda l’Imu, Bibbiena risulta essere l’unico comune della Provincia di Arezzo ad avere mantenuto le aliquote base.
Sul fronte della Tares, si è cercato di adeguarla in modo da avere meno variazioni probabili rispetto a quanto previsto dalla legge. Questo è stato possibile per le attività produttive, mentre più difficile nelle civili abitazioni dove incide il numero dei residenti a differenza di quanto accadeva in passato. La Tares, infatti, sostituisce la precedente tassa sui rifiuti. Secondo la normativa vigente, la Tares deve essere coperta al 100% dalle bollette corrisposte dai cittadini. A questo proposito è bene ricordare che sono stati da poco tempo inseriti 30 centesimi di euro a metro quadrato per abitazioni civili ed edifici in genere. Gli introiti di questa manovra, però, vanno tutti nelle casse dello Stato e non al comune di appartenenza.
A causa di ulteriori tagli sui finanziamenti statali pari a circa 250.000 euro (1.000.000 di euro totali rispetto al 2010), sono state necessarie delle scelte di fondo che, in questo caso, hanno penalizzato gli investimenti. Detto in termini pratici non si faranno nuove opere di grande impatto. A fronte di questo non sono stati però, sfavoriti i settori fondamentali quali scuola, sociale, manutenzioni che anzi si sono mantenuti su standard elevati.
Per quanto riguarda la scuola è stato investito sulla progettazione per gli adeguamenti sismici degli edifici, cosa questa che ha permesso di richiedere finanziamenti appropriati.
Sul sociale oltre all’attivazione ex novo del progetto degli affidi, si sta prestando più attenzione alla fascia dei diversamente abili con l’aumento significativo dei fondi destinati alle assistenze specifiche in ambito scolastico e il supporto alle famiglie in difficoltà.
Molte le manutenzioni previste: pavimentazione della terrazza di piazza Tarlati; via Bocci e via Case Operaie a Soci marciapiedi, a Partina parcheggio nella zona del campetto da calcio con collegamento pedonale al centro storico.
Bernardini commenta: “ Molto soddisfatto del Bilancio approvato perché, nonostante gli ulteriori tagli ai trasferimenti statali, abbiamo evitato di aumentare le aliquote Imu e non abbiamo tagliato servizi e manutenzioni: questo grazie anche ad una politica di rigore che è stata fatta sui costi fissi del personale e anche grazie alla riduzione di spese di rappresentanza e dei compensi”.

Ultimi articoli