Dopo che per mesi abbiamo rincorso fin quasi allo sfinimento questo o quel capofila in più o meno futuribili progetti di riforma del Casentino, la Lista Civica Poppi Libera, ha recentemente presentato in Commissione Turismo la propria proposta di rilancio economico, ponendo al centro dell’iniziativa il Castello dei Conti Guidi, che con i suoi oltre 35 mila visitatori all’anno, fa di questa attrazione un naturale ripetitore di cultura per tutta la Vallata e non solo.
Il cambio di passo che ci attendiamo porterà con sé nuove opportunità economiche per i cittadini, sui binari di una proficua collaborazione in quella che è la valorizzazione del nostro patrimonio artistico, in un viaggio sensoriale alla scoperta di un vissuto che ci ricorda la bellezza di quanto è conservato già nel solo Castello dei Conti Guidi: pensiamo alla Cappella dei Conti Guidi, con i pregiati affreschi rinascimentali di Taddeo Gaddi (fedele allievo di Giotto) raffiguranti “le storie del Vangelo”, al Salone delle Feste del Castello dei Conti Guidi, dove si trova una pregiata terracotta invetriata attribuita a Benedetto Buglioni, dei primi del XVI sec. L’architettura interna ed esterna del Castello. La preziosa Biblioteca Rilliana, dotata di 25 mila volumi antichi, 800 manoscritti (di cui 150 medievali) con gli oltre 700 incunaboli (una delle maggiori raccolte italiane). Il Museo della Battaglia di Campaldino.
L’unicità dell’offerta è tale da non poter essere poi separata dal contesto naturalistico unico nel suo genere che fa di Poppi uno dei Borghi più belli d’Italia: con la vicina Camaldoli (che ci richiama anche alle opere di Giorgio Vasari), l’Eremo, il Parco, le nostri frazioni incastonate come perle con il loro carico di tradizioni popolari.
Consapevoli che per valorizzare un tale ultrasecolare patrimonio occorrano indubbie ed oggettive capacità scientifiche, abbiamo anche espresso il profilo di quella che è la figura in grado di raccogliere questa sfida, contributo che sarà determinante anche al successo della candidatura di Poppi agli “Uffizi 2”, e che se vinta ci permetterà di fare un ulteriore passo nell’eccellenza dell’offerta turistica, nostra vera ed irrinunciabile fonte economica.
Non resta che attendere.

Enrico Lettig
(Capogruppo Lista Civica Poppi Libera)