Dopo i nubifragi di questi giorni, anche in Casentino, come in molte altre zone del nostro Paese, si sono registrati smottamenti e allagamenti.
Lungo la strada di Camaldoli sono precipitati alcuni massi. Benché non abbiano causato grossi disagi, hanno ridotto la sede stradale costringendo gli automobilisti alla massima prudenza e attenzione.
La situazione risulta, invece, più grave nell’alto Casentino. Infatti, la strada che congiunge Stia a Scarpaccia e, quindi, al Passo della Consuma è quasi completamente franata (come potete vedere nelle foto).
Il tratto è stato chiuso al traffico già dalla giornata di venerdì scorso, mentre, in queste ore, sono a lavoro operai e mezzi per ripristinare la viabilità e riaprire la strada.
Per raggiungere la Consuma è, quindi, necessario effettuare una deviazione passando dal “braccio” di Pratovecchio.
Dopo più di un anno di “rattoppi”, la strada non ha più retto…






Nelle ultime due foto altre due frane a monte e a valle della strada