fbpx
6.8 C
Casentino
venerdì, 2 Dicembre 2022

I più letti

Il 12 Dicembre si inaugura la scuola “rinnovata” delle Medie di Bibbiena

Il corposo intervento di messa in sicurezza e adeguamento sismico delle Scuole Medie di Bibbiena, durato circa due anni e mezzo, è giunto alla conclusione. Per celebrare un evento così atteso e per certi aspetti sofferto – soprattutto dai ragazzi e dai docenti – prima delle vacanze natalizie, ossia il 12 di Dicembre prossimo, si terrà un’ufficiale inaugurazione alla quale è stata invitata anche l’Assessore alla Pubblica Istruzione e Formazione della Regione Toscana Cristina Grieco.
Gli interventi di adeguamento sismico, sono stati accompagnati anche da significativi lavori all’esterno come la tinteggiatura ed il rifacimento del parco. Gli investimenti complessivi per la messa in sicurezza, rifacimento e ristrutturazione di questo immobile, sono stati di circa 1 milione e 600 mila euro.
Nella scuola dell’Infanzia di Bibbiena Stazione, invece, i lavori complessivi si concluderanno con la fine dell’anno scolastico, così da assicurare la ripresa delle lezioni, il prossimo settembre, in una scuola completamente rinnovata e sicura.
Sono stati infatti appena conclusi i lavori di realizzazione di una nuova ala, che sostituirà la parte più vetusta dell’edificio a seguito della sua demolizione. Il costo complessivo dell’intervento è stato di 900.000 euro. Si tratta in totale di 7 sezioni, 4 delle quali sono state temporaneamente spostate presso le Scuole Elementari che si trovano in Viale Michelangelo. Le 3 classi rimanenti saranno a breve spostate nel nuovo blocco.
Ma lo sforzo dell’amministrazione Bernardini è stato ancora più grande. Tre sono state le scuole oggetto dei lavori di consolidamento, ricostruzione e messa in sicurezza, più di 5 milioni di euro l’investimento complessivo – ai quali vanno aggiunti gli interventi di gestione del calore, che hanno portato alla sostituzione di tutte le caldaie con nuovi generatori a condensazione ad alto rendimento energetico ed alla dismissione di tutti gli impianti a gasolio. “Gli sforzi dell’amministrazione sul fronte dell’edilizia scolastica sono stati enormi – commenta il Sindaco Daniele Bernardini – in pochi anni infatti la mole di queste ristrutturazioni – e una costruzione ex novo, ossia Soci – è stato programmato, finanziato, progettato, appaltato: una soddisfazione davvero grande, se si considera che quella dell’edilizia scolastica è una falla italiana ancora aperta”. Per concludere Caporali commenta: “Vorrei ringraziare in modo sentito la Preside, i docenti, il personale e tutti i genitori che in questo lungo periodo si sono dimostrati estremamente collaborativi, nonostante gli enormi disagi. Quello che abbiamo donato alla comunità è un bene molto grande, ossia delle scuole sicure, prerogativa irrinunciabile quando si parla di formazione, educazione”, commenta l’Assessore Caporali.

Ultimi articoli