La Lega Nord Casentino chiede al presidente della Casentino Servizi, Fiorenzo Pistolesi, «di farsi promotore di un incontro pubblico dove spiegare ai cittadini la trasparenza e la correttezza della Casentino Servizi e dell’Unione dei Comuni relativa alla gestione della raccolta dei rifiuti solidi urbani in Casentino».
Lo fanno sapere dal Carroccio casentinese all’indomani delle dichiarazioni del presidente Pistolesi secondo cui la società Casentino Servizi srl « ha stilato puntualmente sia il bilancio consuntivo dello scorso anno che il budget per l’anno in corso mantenendosi, in riferimento ai risvolti economici-finanziari, perfettamente in sintonia con i parametri consolidati e programmatici auspicati».
«A questo punto, – scrivono i leghisti in una nota – ci domandiamo se il Presidente, quando parla della Casentino Servizi, sia cosciente del debito di quattro milioni della stessa. Se le parole di Pistolesi non sono espresse in politichese, allora si avvicinano molto a quelle usate nelle fiabe. Francamente, non riusciamo ad avere una visione cosi rosea della Casentino Servizi che, a dicembre 2012, ha un debito di circa quattro milioni di euro, tre dei quali nei confronti delle banche e uno nei confronti dei fornitori.
Ci domandiamo ancora se il presidente Pistolesi non creda che sia un’assurdità che Bibbiena, in ordine con i pagamenti per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, possa continuare a pagare la Casentino Servizi attraverso l’Unione dei Comuni di cui non fa parte e debba, addirittura, ripagare gli interessi sui ritardi di pagamento dell’Unione dei Comuni verso la Casentino Servizi.? Forse, questo ruolo di tramite è utile alla gestione della cassa corrente dell’Unione dei Comuni?
Caro Presidente sono questi gli interrogativi che si pongono i cittadini, e che ci poniamo anche noi, di cui attendiamo fiduciosi delle risposte dai politici casentinesi di alto profilo. Magari in un’assemblea pubblica».