fbpx
5.4 C
Casentino
domenica, 27 Novembre 2022

I più letti

La sanità la difendono i cittadini

Pubblichiamo la risposta di Carlotta Balzani, presidente del Comitato Salute Casentinese, alla lettera di Giorgio Renzi. «Risposta e invito alla prossima riunione di questo lunedì 9 gen. ore 21:00 presso la sede del Comitato al sig. Giorgio Renzi, ex Sindaco di Bibbiena dal 1995 al 1999 che scrive: «Non ho aderito a Comitati civici sulla sanità, perché, pur rispettandoli, credo che il ruolo di chi è impegnato in politica da tempo, all’interno dei partiti, sia quello di avere una visione di insieme, magari con la capacità di raccogliere le istanze che vengano dai cittadini inserendole in un progetto complessivo, ma chiaro negli intenti.”

Ci domandiamo il motivo per il quale pensa che solo chi ha fatto politica fino adesso possa avere la capacità di raccogliere le istanze popolari ed essere in grado di inserirle in un progetto complessivo chiaro negli intenti? In cosa consiste quindi il suo rispetto? In poche parole per il sig. Renzi in Casentino la difesa dei diritti spetterebbe ai soli politici di professione?! Ovvero ai soliti che ci hanno causato questo degrado?! Nonostante sia evidente il fatto che per essere arrivati a questi livelli di recessione e di svantaggio non è colpa delle sole amministrazioni di adesso, ma anche delle passate, chi più, chi meno.

Noi invece siamo certi che il Comitato Salute Casentinese saprà dare seguito ad un Progetto talmente importante e ben organizzato che il nostro ex Sindaco Renzi si ricrederà e non sarà il solo a farlo; chissà forse deciderà di affiancarci e aiutarci concretamente in questa battaglia che per lui è per pochi mentre per noi è per tutti!

Anche perché c’è un concetto di base che non sembra gli sia chiaro, se noi cittadini ci troviamo qui è solo per un motivo: i comitati nascono dove e quando la politica fallisce, se vi era una classe politica che difendeva i propri cittadini non eravamo qui a spendere tempo e risorse poiché ricordiamo che a noi non ci paga nessuno. Inoltre ci permetta di dirle che a fianco alla gente, quando il comitato si è ritrovato a difendere la sanità in Casentino in più occasioni, con la ASL e la Regione, sul fronte opposto abbiamo avuto fino ad adesso pure i nostri Sindaci – ricordiamo i celerini per la manifestazione del 12 novembre, – con lei personalmente non ho neppure mai parlato…

Nonostante si permetta di giudicarci. Va be… Infine, ci auguriamo che l’applicazione dell’articolo 64 ter l.r. 40/05 rappresenti una svolta e un reale gesto di trasparenza e democrazia per la nostra vallata e se lei sig. Renzi pensa di fare meglio di noi si accomodi. Noi non aspettiamo altro che un aiuto da chiunque senta di dover dare un proprio contributo per cambiare questa situazione oramai insostenibile, ma sinceramente neppure pensiamo che si otterranno dei risultati a scrivere una lettera sulla stampa locale indirizzata a coloro che hanno rifirmato per ben 2 volte quei patti che lei, con leggero ritardo di un anno circa, scopre essere disattesi, richiedendone solo a oggi il rispetto?! (Anche se meglio tardi che mai.)

Ne approfittiamo per invitarla alla nostra prossima riunione, se non riveste incarichi politici è il benvenuto. Concludiamo augurando a tutti i Casentinesi un 2017 migliore, ma soprattutto in salute, poiché è la cosa più importante! Poi uniti tutto ripristineremo!»

Ultimi articoli