Scuola insieme”, un nome un destino dicevano i Romani. Nello spirito di questa forte collaborazione tra mondo della scuola e famiglie è nato nell’Istituto Comprensivo di Poppi – prima esperienza in Casentino – dopo un anno di lavori e per volontà dei genitori e del dirigente un Comitato genitori, forma di partecipazione attiva alla vita scolastica, formato da tutti i rappresentanti di classe ma, aperto nelle iniziative a tutti i genitori che decidono di impegnarsi per aiutare la scuola a rispondere al meglio ai bisogni degli studenti e delle famiglie.

Alessandra Mucci Dirigente Scolastico dell’Istituto commenta: “Il Comitato ScuolaInsieme è un orgoglio del nostro piccolo istituto comprensivo, la dimostrazione che scuola e famiglia, in collaborazione, possono realizzare importanti progetti di miglioramento della scuola. La scuola è una comunità e i progetti realizzati in questa chiusura di anno scolastico fanno toccare con mano quanto sia importante l’unione di intenti tra le istituzioni e i genitori. Il Comitato è certamente uno strumento in tale senso”.

Collaborare al miglioramento dell’istituzione scolastica e contribuire ad un migliore raccordo scuola-famiglia  sono tra le principali azioni che un Comitato Genitori può svolgere. Come da statuto sono stati individuati anche i partecipanti di due Gruppi di lavoro: uno di organizzazione della Festa di fine anno scolastico e uno sul genere, che si riunirà a breve per definire iniziative volte ad informare e formare i genitori sulle tematiche di genere, così da educare al meglio i propri figli al rispetto dell’alterità.

Un primo progetto che ha visto collaborare il Comitato con l’Istituzione scolastica e con l’Amministrazione, è stata la nuova area verde della scuola Primaria di Poppi, che i bambini hanno chiamato “il prato dell’Amicizia”, un luogo dove socializzare e vivere meglio il tempo trascorso a scuola, frutto anche dell’impegno diretto dei bambini stessi che con i loro progetti hanno immaginato come avrebbero voluto sistemare questo spazio, e del contributo di tutti i genitori, inaugurata ieri sera, martedì 31 maggio, con una bellissima festa di fine scuola.

Il primo gruppo di lavoro si è impegnato da subito nell’organizzazione della festa fine anno scolastico, che si terrà domenica 5 giugno a Badia Prataglia in un luogo magico – Campo dell’Agio – dove i bambini ed i ragazzi, si ritroveranno con le proprie famiglie a giocare e conoscere da vicino una perla del Parco Nazionale. Il ricco programma prevede il ritrovo nella piazza principale del paese alle ore 10,00 e la partenza a piedi per Campo dell’Agio, uno spazio verde circondato da alberi secolari. I più grandi e avventurosi possono invece raggiungere il luogo della festa partendo a piedi da località Capanno con due ore di cammino ed accompagnati da una guida del Corpo Forestale dello Stato. A Campo dell’Agio la festa sarà incentrata sulle figure mitiche e magiche delle tre fate di Badia Prataglia, da secoli oggetto di leggende e racconti nel paese e abitano in una spelonca vicino a questo prato dell’amicizia. Giochi della tradizioni, spazi dove si distribuiranno i giornalini scolastici, trucca bimbi, musica, gare divertenti a squadre, visita animata alla buca delle fate e la cerimonia ufficiale dei diplomi, saranno la sostanza di questa grande festa di fine anno scolastico che si concluderà nel pomeriggio con un momento conviviale, ossia la condivisione del dolce dell’amicizia.