13.9 C
Casentino
mercoledì, 21 Aprile 2021

I più letti

Oggi Sit-In davanti all’ospedale di Bibbiena

Il CREST chiede a tutti i cittadini casentinesi di essere presenti, oggi pomeriggio, ore 16.30/17.00, davanti all’ospedale di Bibbiena per partecipare ad un Sit-In. Come avrete appreso dalla stampa, nel pomeriggio di oggi in ospedale si terrà la conferenza dei sindaci del Casentino, insieme al Dott. Enrico Desideri, Direttore Generale Asl, che gode di tutta la nostra stima, ma che, in un periodo preelettorale non si sognerà sicuramente di ammettere che la regione toscana ha già decretato la fine del nostro presidio ospedaliero.
I motivi per cui il nostro ospedale è destinato ad una lenta agonia e ad una fine certa, ce li dicono le soppressioni di altri piccoli ospedali di aree disagiate e periferiche come il Casentino, ma anche i tagli della regione al sistema sanitario, che ammontano a circa 400 milioni di euro, e gli esuberi sul personale sanitario, stimati tra 1500 e 2000 dipendenti.
Il Direttore Generale, Enrico Desideri, a causa delle elezioni, come detto, non potrà che affermare che: “Non si tocca nulla. Tutto rimarrà come è. Arriveranno gli Anestesisti che mancano. Arriveranno i radiologi. Arriveranno i Chirurghi. Arriveranno i Cardiologhi. Non crediate agli allarmismi… bla bla bla!” Come è possibile stare tranquilli con un piano annunciato di tagli di risorse e di strutture che hanno già subito un vero e proprio ridimensionamento?
Al Sit-in purtroppo il “Crest”, comitato regionale emergenza sanitaria toscana, non potrà essere presente a causa di un altro importante appuntamento precedentemente annunciato: la partecipazione all’ inaugurazione del “Comitato Per La Difesa Della Sanità Pubblica”, nato ad Arezzo e a cui il “Crest” ha dato pieno appoggio. É un dovere partecipare e aderire dato che il suddetto Comitato si affiancherà al “Crest” e combatterà per gli stessi principi.
Chiedo perciò a tutti i cittadini che non vogliono vedere chiuso l’ospedale del Casentino di presentarsi al Sit-in, davanti all’ospedale, chiedere e ricordare ai sindaci che andranno alla conferenza di tutelare i Cittadini Casentinesi con una presa di posizione forte che non si limiti alle promesse che il Direttore Generale farà sicuramente, ma che i nostri rappresentanti mettano dei paletti ben precisi.
Che chiedano al Direttore Generale l’applicazione del piano attuativo locale con le finanze che la regione toscana deve attribuire, come la legge prevede, al Casentino. Che non si limitino ad accettare o contrattare il patto territoriale che non ha nessuna ragione di esistere ed è un punto di debolezza per il Casentino e che porterà a morte certa il nostro presidio ospedaliero.
Grazie a quanti saranno presenti, per ricordare ai sindaci che devono difendere il nostro ospedale anche con i denti se necessario perché sono i nostri rappresentanti.
Valerio Bobini, presidente del CREST (Comitato Regionale Emergenza Sanitaria Toscana)

Ultimi articoli