L’associazione benefica “Casentino senza Frontiere” promuove per sabato 31 Marzo 2018 promuove una grande raccolta di viveri che andranno al territorio casentinese (tramite la Caritas di Bibbiena ) e alla casa famiglia di Leskoc (Kosovo) dove Casentino Senza Frontiere opera da anni. Sabato 31 Marzo sono molti i punti di raccolta: Doro a Poppi, Coop a Bibbiena, Coop e A&O a Stia, Punto SMA a Rassina. Nel mese di agosto i ragazzi di Casentino senza frontiere andranno personalmente come ogni anno in Kosovo, per distribuire gli alimenti raccolti . Casentino senza Frontiere è un’associzione giovanissima, come coloro che l’hanno formata, fondata, voluta. Eppure è grande nelle finalità e in ciò che ha fatto fino ad oggi.

Il fulcro della loro azione, come sappiamo è il Kosovo, realtà, che ci sembra così differente dalla nostra, ma non dista da noi più di un’ora e mezzo di aereo; questo è uno degli aspetti che ha segnato profondamente alcuni giovani ragazzi del Casentino che nelle ultime due estati hanno trascorso alcune settimane in Kosovo, come volontari presso la casa famiglia. Questa struttura è stata fondata alla fine degli anni Novanta da Massimo e Cristina, due italiani volontari Caritas, arrivati in Kosovo insieme alle forze Nato. I due giovani, adesso marito e moglie, fin da subito hanno iniziato a prendersi cura di coloro che a causa della guerra avevano perso tutto. La casa famiglia in Kosovo accoglie circa 30 bambini orfani, abbandonati o rifiutati dalle famiglie in quanto portatori di handicap. Inoltre, si prende cura di oltre 200 famiglie povere provvedendo alle spese per le cure mediche, all’istruzione, e garantendo loro periodicamente pacchi viveri e vestiti. I sette giovani casentinesi che hanno fondato “Casentino senza frontiere” vengono da qui, da questa casa, da questa esperienza. E’ nato così Casentino senza frontiere, e l’idea di contribuire attraverso varie iniziative alla raccolta di fondi, alimenti, vestiti e beni di prima necessità.

Chiunque sia interessato o volesse avere maggiori informazioni può visitare la pagina Facebook “Casentino senza frontiere” o scrivere a casentinosenzafrontiere@gmail.com