Si legge della risposta all’interrogazione sottoposta al Consiglio Regionale della Toscana da Stefano Mugnai che qui nuovamente ringrazio e non posso esimermi da un commento di forte critica. Dopo anni di continue denunce sulla cattiva manutenzione che colpisce in particolare il tratto romagnolo della strada dei Mandrioli, non sentiamo oggi il bisogno di avere un elenco di numeri su un foglio di carta, ma pretendiamo di sapere come si intende garantire una serie di interventi di urgente manutenzione, indispensabili anche agli occhi di un profano, necessari pure a garantire la sicurezza di chi quella strada la percorre. Vogliamo ricordare ancora una volta che la via di cui si discute, dovrebbe essere una strada fondamentale che collega per la via più breve un sistema economico all’altro: non solo verso Arezzo ma anche in direzione della Romagna, la E45, l’ autostrada Bologna – Ancona. Parliamo di Casentino e la strada non è da considerarsi finita per motivi burocratici in vetta al Passo. Ancora oggi restano un mistero le azioni che le due regioni e dunque le rispettive province hanno messo in campo per superare le note criticità.

Enrico Lettig, Capogruppo LISTA CIVICA POPPI LIBERA

Risposta IS1529

Risposta IS1592