Il ricorso al TAR sul mancato Referendum sulla Sanità è pronto e domani, venerdì 25 marzo, sarà sottoscritto dai delegati del Comitato Promotore, Giuseppe Ricci e Valerio Bobini. Inoltre, sempre domani dovrà essere versato allo studio legale che ha seguito la vicenda del ricorso, l’acconto di 7.500 euro. Per il momento il costo di queste spese sarà sostenuto dai consiglieri regionali, Tommaso Fattori e Paolo Sarti, di Si Toscana, che hanno così mantenuto l’impegno che si erano assunti sin dall’inizio di questa vicenda. Il M5S organizzerà dei banchini per la raccolta fondi, mentre la rete dei Comitati si sta già muovendo per ottenere altri finanziamenti. Gli altri partiti, Forza Italia, Fratelli D’Italia e Lega invece sono spariti.

Anche alcuni sindacati e diversi militanti si stanno impegnando per versare altri contributi alla causa del ricorso. Il Comitato Promotore invece sta cercando di ridurre l’esborso dei consiglieri regionali ed è per questo che lancia un forte appello a tutti i cittadini toscani per un rinnovato impegno alla raccolta dei fondi.

Il cassiere è Oreste Giommoni ed è a lui che occorre far rifermento in caso di donazioni o fondi raccolti. Oreste è riuscito a raccogliere circa 220 euro dalle zone di Arezzo e Pitigliano.

Basta anche un euro! Aiutiamo il Comitato!