fbpx
19.6 C
Casentino
domenica, 3 Luglio 2022

I più letti

Rossi & Galastri: separati in casa PD

La battaglia interna al PD di Bibbiena comincia ad assumere i toni dello psicodramma, con comunicati e post in cui si rinfaccia la parte avversa, dello STESSO PARTITO (sic!), di complottare contro l’altra e non di fare fronte contro l’odiata Albione, in questo caso personificata dal delfino bernardiniano Vagnoli.

Una sorta di “Casa Vianello” in salsa bibbienese, in cui gli episodi si arricchiscono ogni giorno di nuovi spunti. Ultima entrata in scena, quella del PD provinciale che, con uno scatto di orgoglio di altri tempi e ormai quasi oltre il filo di lana, si prende la responsabilità e indica Galastri come l’unico e il solo paladino targato Padova.

E il povero Rossi? E tutti i suoi seguaci che pensiamo abbiamo votato PD al 90% cosa sono, figli di un dio minore non renziano?

Una cosa è comunque ormai davvero chiara; la lista Galastri, spacciata come lista civica aperta, è formalmente la lista ufficiale del PD, supersponsor e tutor Lorenzoni, con buon pace di tutti gli altri elettori che, non essendo di quell’area, non volevano rivotare il post Bernardini, ma che il PD non lo voteranno mai.

Non sappiamo se dividersi i voti del PD (che ultimamente vince solo le elezioni primarie cioè quelle contro se stesso), porti da qualche parte.

Di sicuro la telenovela continua; nella prossima puntata cosa farà Rossi? Alla fine le liste saranno tre o quattro? C’è da aspettare fino al 27 aprile, data ultima di presentazione delle liste, poi l’attesa sarà finità.

E comincerà, finalmente (!?!), la vera campagna elettorale…

Il Badalischio Elettorale

Ultimi articoli