fbpx
12.4 C
Casentino
sabato, 25 Maggio 2024

I più letti

Calcit Casentino, a favore della comunità

di Federica Andretta – La solidarietà non va mai in vacanza, perché come afferma Madre Teresa di Calcutta: «Non è importante quanto doniamo ma quanto amore mettiamo nel dare». Questa frase citata sul sito del CALCIT CASENTINO (Comitato Autonomo Per La Lotta Contro I Tumori Del Casentino) ci fa capire l’immenso lavoro svolto da parte di quest’Associazione. Dopo il nostro primo servizio pubblicato a giugno 2023, abbiamo intervistato nuovamente il Presidente del CALCIT CASENTINO Giancarlo Matini per parlare del progetto dello psicologo in oncologia e del prossimo “Mercatino dei Ragazzi” di domani a Pratovecchio.

Come verrà predisposto il “Mercatino dei Ragazzi”? Ci saranno anche prodotti creati dagli stessi studenti delle scuole del Casentino? «Come Associazione CALCIT CASENTINO (OdV), stiamo organizzando con il patrocinio del Comune di Pratovecchio Stia il “Mercatino dei Ragazzi” che si terrà domani 21 aprile 2024 dalle ore 8 alle ore 20 a Pratovecchio in Piazza Paolo Uccello. Il Mercatino si svolge ogni anno nel territorio di uno dei Comuni della nostra vallata grazie alla partecipazione degli alunni e dei docenti delle scuole elementari e di alcune classi delle scuole medie di tutto il Casentino. Durante lo svolgimento verranno messi in vendita, a scopo di beneficenza, oggetti che gli alunni delle scuole hanno preparato anche con l’aiuto dei loro insegnanti o donati dai negozi e dalle fabbriche del territorio casentinese appositamente per questa manifestazione. Il fine è quello di raccogliere fondi a beneficio del Centro Oncologico e dell’Ospedale di Bibbiena, cosa che in passato come Associazione abbiamo sempre fatto con l’acquisto di servizi e di strumenti necessari per la diagnosi e la cura delle malattie oncologiche.»

Come si svolgerà il servizio psicologico per i pazienti oncologici? «Facciamo inoltre donazioni, come previsto nello Statuto della nostra Associazione, per Enti del settore oncologico e per borse di studio per la formazione di professionisti che operano in questo settore. Anche quest’anno, infatti, abbiamo elargito una borsa di studio per garantire la presenza dello psicologo nell’ambulatorio oncologico dell’Ospedale di Bibbiena. Per tale attività è prevista la presenza, per un giorno alla settimana, della psicologa Dott.ssa Sofia Seri, disponibile, se necessario, non solamente per i pazienti in cura presso l’ambulatorio oncologico di Bibbiena, ma anche per coloro che, residenti o curati in altre Regioni, hanno fatto ritorno in Casentino.»

Inoltre, avete effettuato una donazione al Meyer: in che cosa consiste? «Abbiamo donato una cabina ipossica al laboratorio oncologico pediatrico dell’Ospedale Meyer di Firenze, uno strumento per lo studio delle cellule tumorali con cui è possibile studiare anche le interazioni cellulari più complesse in condizioni ipossiche o anossiche perfette: la workstation fornisce un controllo accurato, stabile e definito dall’utente di ossigeno, anidride carbonica, temperatura e umidità, creando l’ambiente ottimale per colture cellulari e ricerca traslazionale. Tale strumento, già acquistato, verrà consegnato prossimamente appena espletate le pratiche burocratiche.»

Ulteriori progetti per il futuro? «In estate, il 5 agosto, parteciperemo anche quest’anno alla manifestazione «Borgo in Fiera» che si svolgerà a Borgo alla Collina in occasione della chiusura dei centri estivi frequentati dai ragazzi del Casentino.»

Per concludere… «Ringraziamo chiunque voglia fare donazioni all’Associazione CALCIT CASENTINO tramite il versamento del 5 per mille (cod. fiscale 94001590515) o utilizzando il c/c della banca o di Poste italiane. Un aiuto al CALCIT è un aiuto a tutti i casentinesi.»

Ultimi articoli