La rotatoria sperimentale di Rassina fa ancora molto parlare di sé in Casentino, tra detrattori e sostenitori del progetto. Tra chi ne sottolinea l’inutilità e chi invece ne riconosce l’importanza per la sicurezza stradale. Un gruppo di autotrasportatori (che ha promosso anche una raccolta di firme contro l’istituzione della rotatoria stessa) ci ha inviato le lettere intercorse tra i vari Enti sulla questione. Da una parte le associazioni di categoria, Cna e Confartigianato, nettamente contrarie all’opera e che ne chiedono l’immediata rimozione. Dall’altra il Comune di Castel Focognano che invece ne ribadisce la necessità ed è convinto ad andare avanti e far diventare, in pratica, questa rotatoria sperimentale, una volta ultimata, definitiva. Poi la Provincia di Arezzo che ha preso tempo per valutare nel modo più completo possibile gli effetti del progetto rassinese. Pubblichiamo i documenti intercorsi tra gli Enti protagonisti in merito a quest’opera stradale, per meglio far comprendere ai casentinesi le posizioni, differenti, di ognuno.

Lettera Cna Confartigianato

Lettera Comune di Castel Focognano

Lettera Provincia di Arezzo