fbpx
19.9 C
Casentino
domenica, 3 Luglio 2022

I più letti

Sgarbi: interrogazione parlamentare sulla Tavola Doria

Al Ministero degli interni e al Ministero dei beni culturali. Premesso che, alle risultanze della critica, unanimemente, la cosiddetta “Tavola Doria”è ritenuta estranea alla mano di Leonardo, priva anche di interesse documentario e di qualità infima;che, con un’operazione internazionale assolutamente sproporzionata, nel 2012,il Nucleo  tutela patrimonio artistico dei Carabinieri, attraverso indagini approssimative e inadeguate,ha trascinato nel ridicolo istituzioni come il Ministero dei beni culturali, la Procura della repubblica di Roma, la Presidenza della Repubblica  arrivando, con dispendio di energie e danaro, a esporla, grazie alla attribuzione a Leonardo nelle sale del Quirinale,e coinvolgendo gli Uffizi irresponsabilmente in una vera e propria trattativa tra una fantomatica fondazione giapponese, la Fuji Art Museum di Tokyo, e le principali istituzioni dello Stato italiano. Premesso che lo sforzo del recupero era assolutamente sproporzionato al valore dell’opera,perché il nucleo dei carabinieri, evidentemente autoreferenziale, non ha ritenuto di avvalersi della consulenza di esperti. Premesso tutto ciò si chiede cosa abbia ispirato la inutile e dispersiva azione di recupero di una “crosta”, e per quanto tempo debba durare questa finzione, sopravvalutando un’opera destinata ai depositi degli Uffizi che la trattativa costringe a onerosi scambi con Tokyo, mentre si infligge all’Italia di esporre la “Tavola Doria”al castello dei Conti Guidi di Poppi, con patetiche e infondate attribuzioni, fino al 6 gennaio 2019.

On. Vittorio Sgarbi

Sull’argomento leggi anche il nostro articolo.

Ultimi articoli