I Carabinieri della Stazione di Bibbiena (AR), unitamente a quelli di Talla (AR), hanno arrestato un 38enne Rumeno residente in Casentino, pregiudicato, per minaccia, resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale.
I Militari dell’Arma, nella notte del 27 dicembre scorso, intervenivano in via Gramsci di Bibbiena (AR), dove il predetto cittadino Rumeno in evidente stato di agitazione dovuta all’assunzione eccessiva di alcolici aggrediva e minacciava con un “machete” la ex convivente, una 43enne anch’essa residente in Casentino. L’uomo veniva immediatamente disarmato dai Carabinieri ed accompagnato nella Caserma di Bibbiena dove, a causa del suo stato psicofisico, continuava a minacciare e ad oltraggiare i Militari dell’Arma.

I Carabinieri della Stazione di Strada in Casentino (AR), hanno denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria un 21enne cittadino Maliano, per minaccia e porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere.
Il 23 dicembre 2015 i militari dell’Arma, accertavano che il predetto cittadino Maliano, profugo ed ospite presso una specifica struttura del Casentino, per futili motivi ingiuriava e minacciava con un coltello un 30enne Pakistano del Casentino.
A seguito della denuncia, il 24 dicembre 2015, la Prefettura di Arezzo emetteva, nei confronti del 21enne, il provvedimento per la revoca della misura di accoglienza di cittadino richiedente protezione internazionale, prontamente eseguita dai Carabinieri.