fbpx
27.2 C
Casentino
sabato, 25 Giugno 2022

I più letti

Castel Focognano: Ricci presenta la Lista Civica

LA “LISTA CIVICA CASTEL FOCOGNANO” si presenta alle elezioni Comunali che si terranno a Castel Focognano il 25 maggio 2014. Candidato alla Carica di Sindaco è RICCI LORENZO detto Remo di 52 di professione Imprenditore diplomato Ragioniere , è sposato con Dalida Cutini ed ha due figli Costanza 19 anni e Francesco 18 anni. Gestisce assieme ai suoi 2 fratelli l’azienda familiare che si occupa della vendita all’ingrosso di prodotti ortofrutticoli. E’ alla sua seconda esperienza come candidato a Sindaco di Castel Focognano, la prima nel 2004, ha anche altre esperienze di Consigliere Comunale, dal 1985 al 1990 dal 2000 al 2009. Questi sono i Candidati che lo affiancano:
1 – Adolfini Alberto Anni 34 Operaio
2 – Bartolini Lorenzo Anni 26 Studente Universitario
3 – Brocchi Andrea Anni 50 Bancario
4 – Cagnacci Cesare Anni 41 Pilota Elisoccorso 118
5 – Cerofolini Fabio Anni 27 Impiegato
6 – Ciabatti Walter Anni 58 Impiegato
7 – Cutini Sandro Anni 21 Studente Universitario
8 – Ducci Roberto Anni 41 Operaio
9 – Giuliattini Marco Anni 54 Impiegato
10 – Guidelli Mauro Anni 39 Impiegato
11 – Pietrini Giuseppe detto Giuliano Anni 69 Pensionato
12 – Vignali Sara Anni 35 Casalinga
Questo è quanto il Candidato a Sindaco Ricci ha dichiarato rivolgendosi hai propri concittadini:
Cari concittadini ed amici, vi confesso che ho accettato con molto onore la proposta di candidarmi nuovamente come Sindaco del paese in cui sono nato, cresciuto e vissuto fino ad oggi, fattami dagli amici che poi con me hanno iniziato questa nuova avventura che si chiama “LISTA CIVICA CASTEL FOCOGNANO”.
Se alla fine l’ho fatto è per mettermi nuovamente al servizio della mia comunità, per la quale in questi anni credo di aver contribuito a farla crescere, partecipando in maniera attiva sia alla vita amministrativa che a quella associazionistica. Cercherò quindi di dirvi quello che vorrei fare per Rassina e le sue frazioni, non da solo ovviamente ma assieme alla squadra che con me ha deciso di iniziare questa avventura, amici di ogni età e professione che hanno deciso di dare il loro contributo per far sì che Rassina in particolare ritorni ad essere la porta d’ingresso del nostro bel Casentino. A tutto questo però, oltre che a quello dei miei collaboratori, serve il vostro contributo, che spero di avere incontrandovi faccia a faccia, durante questa campagna elettorale perché il compito principale di un candidato Sindaco, per come la vedo io, è quello di capire quali sono le esigenze dei cittadini. Il sistema più diretto per venirne a conoscenza è quello di incontrarli, di parlarci, scambiarci opinioni, ascoltarli. Dato che sarà impossibile in questo poco lasso di tempo incontrare tutti, è necessario attraverso la nostra pagina facebook o attraverso il mio profilo o quello dei miei collaboratori ricevere proposte e suggerimenti, così che insieme a voi e alle vostre famiglie proveremo a ricostruire il futuro del nostro Comune per lasciare nel tempo ai nostri figli qualcosa di positivo.
Sono sotto gli occhi di tutti le condizioni del Paese di Rassina, il quale essendo l’accesso principale, da sud, al Casentino, viene ogni giorno attraversato da tutti coloro che per varie ragioni si recano negli altri paesi. Quale visione del nostro paese diamo ai turisti che si recano ogni giorno a Camaldoli, Poppi, Bibbiena, La Verna, Badia Prataglia?
Abbiamo cominciato a pensare come vorremmo Rassina, e che cosa c’è da fare per farla tornare accogliente come nel passato, considerato che non possiamo tornare indietro nel tempo, e che non abbiamo la bacchetta magica per farla tornare quella che era una volta. Ed è questo il compito che ci siamo dati proponendoci come lista civica.
Io sono stato scelto per fare il candidato sindaco, e ripeto per me è un onore, ma è anche un impegno che mette in gioco la mia credibilità. Perché ho accettato? Perché se tutti noi continuiamo a restare chiusi nelle nostre case, nei nostri uffici, nei nostri negozi, nei nostri luoghi di ritrovo con gli amici, ci troveremo sempre a criticare l’operato degli altri senza provare a concretizzare ciò che abbiamo in mente, in fondo i luoghi in cui tutti i giorni trascorriamo gran parte della nostra giornata fanno parte del nostro vivere.
Non so quanto bravi potremmo essere a governare la nostra Comunità, ma di sicuro io e il gruppo che è con me siamo e saremo persone interessate solo a fare qualcosa di buono per Castel Focognano.
Non vogliamo fare miracoli, al contrario, ci sacrificheremo, dedicando forse tutto il nostro tempo libero a questo impegno che sarà un sacrificio rispetto al nostro lavoro, alla famiglia, allo svago, agli amici, per far tornare la speranza in questa zona meravigliosa, che purtroppo nel tempo è stata trasformata in una vergogna per tutti noi, sfigurata dall’incuria, dall’inefficienza, di chi ci ha governato fino ad oggi.

Ultimi articoli