Riceviamo e pubblichiamo la dichiarazione di voto della lista civica “Salviamo Stia” in merito al prossimo referendum consultivo sull’unione dei comuni di Pratovecchio e Stia.
“Noi del gruppo “Salviamo Stia” più volte abbiamo affermato di essere favorevoli alla creazione di un Comune unico del Casentino e ci siamo battuti per questo. Oggi ci troviamo a questo consigio comunale indetto per cercare di arrivare a un referendum che unirebbe, se verrà accettato e se passerà il sì, i comuni di Pratovecchio e Stia. Secondo noi, due comuni così piccoli saranno sempre, anche se uniti, l’unione di due debolezze. Perché ancora non riusciamo a guardare più avanti e con un po’ di coraggio, nemmeno tanto, uniamo almeno i così detti comuni fiesolani: Montemignaio, Castel San Niccolò, Pratovecchio e Stia, questo sarebbe già un primo passo avanti che permetterebbe anche di gestire il futuro comune “Fiesolano” senza avvalersi dell’Unione dei Comuni che, come è chiaro ed evidente, sta facendo (male!) la parte di un grande comune, visto che ormai gestisce i servizi più importanti e basilari di quasi tutti i comuni del Casentino, per esempio il sociale e il corpo dei vigili urbani. Ormai ai nostri due piccoli comuni rimane ben poco da gestire e, ripetiamo, con un po’ di coraggio un comune “Fiesolano” sarebbe più adeguato per la gestione dei servizi per i cittadini, lavorando per loro e per il futuro dell’alto Casentino.
E’ per questo che il gruppo consiliare “Salviamo Stia” nella votazione odierna esprimerà un voto di astensione, invitando tutti gli altri gruppi a fare lo stesso.”

Lista Civica “Salviamo Stia”