Il numero 227 di ottobre di CASENTINO2000  in edicola si presenta con una nuova grafica, una nuova impaginazione e alcune nuove rubriche. Ma oltre al “vestito nuovo” che abbiamo indossato da non perdere sono i tanti temi e argomenti di cui parliamo. In copertina e negli articoli principali torniamo sulla vicenda MABO, raccontando quello che è accaduto e potrebbe accadere, ma anche facendo qualche parallelo con altre situazioni di conflitto e crisi aziendale che hanno avuto esiti molto diversi tra loro.

Cosa succederà poi dei piccoli uffici postali? Anche senza Comune Unico, come era logico pensare, c’è chi pensa di chiuderli. I cittadini si sono mobilitati vedremo cosa riusciranno a fare gli amministratori, a cominciare dai sindaci di Bibbiena e Poppi che abbiamo intervistato su questo problema.

Nuovo anno scolastico e nuove scuole, almeno a Pratovecchio e Stia, ma, come vedrete, non è tutto oro quello che luccica e nei nuovi edifici ci sono ancora molte cose che non tornano… a cominciare dal fatto che forse, almeno per la nuova scuola media, era opportuno attendere ancora prima di aprirla al pubblico.

Il Badalischio propone alcune nuove originali pagine, frutto di alcuni incontri che ha avuto in estate e che gli hanno fatto scoprire inaspettate qualità…

Alla fine dell’estate anche un’inchiesta sulla situazione del turismo nella vallata. Chi lavora in alberghi e ristoranti ci ha detto che…

Attenzione anche per il mondo dei giovani e il loro rapporto con l’alcool, parlando anche di iniziative e progetti nati per promuovere nuovi comportamenti ma che, adesso, la mancanza di finanziamenti impedisce di portare avanti.

Castel San Niccolò diventa un set cinematografico, infatti, a tanti anni dal successo del “Ciclone”, torna il grande cinema in vallata, con il paese dell’alto Casentino protagonista insieme al Castello di Romena e Poppi.

Spazio poi alla memoria.

Due luoghi perduti del Casentino: il paese abbandonato di Pratariccia, vicino a Stia, e la chiesa “dimenticata” tra Pratovecchio e Porrena.

Due storie che ci riportano molti anni indietro: quella di Danilo Ballerini, partigiano con legami forti con Moggiona, e di Augusto Fognani, aviere di Subbiano, che faceva parte delle truppe italiane che occuparono la Francia durante la seconda guerra mondiale.

Inoltre le rubriche su ambiente, benessere, cucina, libri e…

Buona lettura!