In merito alla realizzazione del nuovo supermercato a Bibbiena Stazione dove sorgeva il Consorzio Agrario, abbiamo letto sui social questo intelligente commento della signora Maura Mengoni: “Viste le difficoltà di traffico create dal cantiere non si potrebbe vietare almeno il transito dei camion e farli passare dalla circonvallazione e poi rendere permanente questa misura che porterebbe più sicurezza e più tranquillità lungo la via umbro casentinese?”

Già, la circonvallazione e la variante di Casamicciola. Ci è subito tornato in mente tutto quello che è successo proprio per la realizzazione di queste opere. E ci è tornato in mente chi annunciava trionfalmente la fine del traffico, almeno quello pesante, dentro Bibbiena Stazione.
Ecco, la situazione oggi è sotto gli occhi di tutti e si complicherà ulteriormente quando aprirà il nuovo supermercato. Il commento sopra quindi è quanto mai appropriato e giusto; cosa sia aspetta ancora a vietare il transito dei mezzi pesanti (escluso il carico scarico, naturalmente) dentro l’abitato della Stazione? Vogliamo dare un senso alle rotonde ceccarelliane e ai milioni di euro spesi?

Speriamo che qualche illuminato prenda finalmente questa decisione e intanto vi riproniamo una galleria di foto “storica” che riguarda la demolizione della casa di Casamicciola, necessaria per far passare la nuova strada. Era il 20 gennaio 2010.