fbpx
6.3 C
Casentino
mercoledì, 7 Dicembre 2022

I più letti

Emozioni e risate per tutta la famiglia a Giovi con “Emanuele e il Lupo”

Dopo il grande entusiasmo suscitato dalle prime tappe del Teatro del Fiume nel Comune di Capolona il mese scorso con gli spettacoli “Il Soldatino di Stagno” e “Canzoni dal Mondo”, è previsto per questo fine settimana il primo evento nel mese di Luglio; le barchette di carta che simboleggiano la rassegna sosteranno infatti Venerdì 6 luglio dalle ore 21:30 nel parco del Centro di Aggregazione Sociale di Giovi per far sognare grandi e piccini con uno spettacolo dedicato a tutta la famiglia: “Emanuele e il Lupo”, una delle più recenti produzioni per pupazzi e attori della compagnia NATA, una delicata favola contemporanea scritta da Livio Valenti e interpretata dallo stesso in compagnia di Michele Mori, con le luci di Camillo Gazzaniga, le musiche di Lorenzo Bachini, le scenografie di Andrea Vitali e i pupazzi di Roberta Socci.

Lo spettacolo, fra colpi di scena e gag esilaranti, racconterà le avventure del giovane Emanuele, la sua scoperta del mondo, delle sue meraviglie e delle sue insidie alla ricerca di un posto in cui abitare; lungo il suo cammino Emanuele incontrerà infatti dei buffi animaletti che sapranno aiutarlo e fargli compagnia, ma dovrà stare molto attento, perché nel bosco si nasconde anche un lupo feroce e sempre affamato dal quale è meglio stare alla larga…

Lo spettatore assisterà così a un incontro davvero speciale, quello di un curioso ma ingenuo ragazzino con un lupo coatto e imbranato, due personaggi diametralmente opposti ma che scopriranno di poter condividere qualcosa di molto importante, perché la solitudine…è una brutta bestia!

La settimana successiva sarà invece il borgo di Rassina ad ospitare il secondo spettacolo nel mese di Luglio di questa nona edizione del Teatro del Fiume: Martedì 10 saranno infatti i bravissimi attori della compagnia Blanca Teatro ad allietare la serata con lo spettacolo Azzurra, favola di ambientazione marina che racconta le gesta di una magica balena di cartapesta alla ricerca del proprio destino sulle onde di un mare ricco di insidie e di simpatici incontri.

La settimana successiva, Martedì 17 e Mercoledì 18, sarà invece il Museo dell’arte della Lana di Stia a fare da scenario per uno degli eventi più attesi della rassegna, Tessere – Vite di Lana, spettacolo di teatro itinerante con prenotazione obbligatoria ambientato dentro ai suggestivi locali del Museo, ex storico lanificio del Casentino, che per due serate consecutive riprenderà magicamente vita per raccontare vicende, umori e passioni dei lavoratori del lanificio stesso: una appassionata dichiarazione d’amore della compagnia NATA verso il territorio casentinese, la sua storia, i suoi valori, il lavoro e la sua dignità.

Per informazioni e prenotazioni: 335 1980510

Ultimi articoli