fbpx
28.6 C
Casentino
martedì, 28 Giugno 2022

I più letti

Festival Dannunziano a Pratovecchio

A Pratovecchio presso il Teatro degli Antei sabato 24 agosto ore 17.30 conferenza con Claudio Santori su D’Annunzio e la Musica ore 21.30 spettacolo “Il Vate e la Croce” CDRC Firenze. Il festival su Gabriele D’Annunzio di Pratovecchio giunge quest’anno alla terza edizione e, seppure ridotto a una sola giornata, presenta due appuntamenti di primo piano. Alle 17.30 un incontro con il Professor Santori, che parlerà del tema “D’Annunzio e la musica”; alle 21.30 lo spettacolo “Il Vate e la Croce”, di e con Paolo Bussagli, a cura di Carolina Gentili. Un percorso intrigante attraverso alcuni scritti dannunziani anche alcuni particolarmente noti alla ricerca della più profonda spiritualità del Poeta pescarese. Come è noto la questione del rapporto trail vate e la croce D’Annunzio e la fede religiosa è un nodo letterario lungi dall’essere stato risolto. Al di là delle prese di posizione del poeta – dall’ateismo professato in gioventù al quasi certo riavvicinamento alla fede degli ultimi anni- le sue relazioni con la fede religiose furono sempre assai complesse e irrituali, accompagnate da profonde tensioni psicologiche e mai sopiti tormenti dell’animo. Al di là
delle questioni sul sensismo di D’Annunzio, al di là delle questioni sul suo anticlericalismo – vero o di facciata che fosse – al di là della questione (quella sì, in parte reale) dell’utilizzo e della strumentalizzazione di simboli e ritualità cristiane nel D’Annunzio “comandante” la questione che si colloca al centro del recital è: il panismo D’Annunziano deve essere visto per forza come una forma di ritorno al paganesimo o piuttosto come una espressione, seppur minoritaria, di spiritualità genuinamente cristiana?
Fino a che punto il nostro modo riduttivo di guardare al Panismo dannunziano non è influenzato da forme mai sopite di idealismo? Un recital tutto inteso alla rappresentazione di una spiritualità straordinaria, che combina senza porli in contrasto elementi spirituali cristiani e ovviamente francescani con aspetti pagani e panteistici.
http://www.teatrocasentino.it

Ultimi articoli

Articolo precedenteLa festa dell’uovo a Memmenano
Articolo successivoMio caro libro…