fbpx
28.6 C
Casentino
martedì, 28 Giugno 2022

I più letti

Lettera aperta ai coordinatori comunali del PD di Chitignano, Talla e Castel Focognano

Mentre il Casentino vive una difficoltà economica mai vista fino ad oggi, sempre più aggravata dalla mancanza di speranza e di fiducia, il clima istituzionale ha ormai oltrepassato il limite di guardia.
E’ arrivato il momento!
Il Partito Democratico dei tre comuni del Basso Casentino prenda posizione senza ‘se e senza ma’, dopo che per anni ho sentito parlare di ridurre a 4 gli enti presenti in Casentino, è arrivato il momento di essere chiari, con noi stessi e soprattutto con tutti i nostri cittadini, vogliamo intraprendere il percorso della fusione oppure no?
Vogliamo garantire lo stesso standard di servizi a livello comunale anche in futuro? Vogliamo riportare a livello locale quei servizi che a livello comprensoriale non funzionano? Vogliamo diminuire i costi di gestione che stanno facendo esplodere la spesa pubblica? Vogliamo ridurre la tassazione?
Vogliamo essere in grado di tagliare l’ erba o sistemare le buche per le strade?
Non nascondiamoci dietro al campanilismo o alle chiacchere da bar, noi siamo il Partito Democratico, noi siamo il Partito Riformista, noi siamo la Politica con la ‘P’ maiuscola che sta un passo avanti alla società, noi non siamo il becero populismo che sa solo dire che tutto va male.
Siamo già in ritardo! Abbiamo avuto la lungimiranza di ipotizzare lo scenario a 4 comuni in Casentino al momento del referendum del comune unico e dopo anni di chiacchere nelle ‘buie stanze’ siamo riusciti a farci scippare il progetto da Bernardini e Agostini.
A questo punto è arrivato il momento di avere il coraggio di osare!
Vogliamo continuare a lamentarci del tagli ai comuni o unire le nostre forze?
Prepariamo un progetto globale serio per il nuovo ente e lasciamo che i nostri concittadini si esprimano liberamente con un SI o con un NO, questa è la Politica, questa è la Democrazia.
Che facciamo? Vogliamo cambiare finalmente questo Casentino?
Un sorriso, sempre e comunque.
Max Sestini

Ultimi articoli

Articolo precedenteAnimali da amare
Articolo successivoArtemisia, un mese tutto al femminile