fbpx
23.5 C
Casentino
martedì, 22 Giugno 2021

I più letti

Riordino province, applicare dati censimento 2011

«Una mozione aperta, non polemica, ma precisa: la Regione Toscana applichi, nella definizione del nuovo assetto istituzionale, il censimento del 2011 e non  quello del 2001. Questo e solo questo chiediamo al centrosinistra toscano e, a dire il vero, ci pare il minimo. Se poi il presidente Rossi vuol fare l’area vasta a tutti i costi, anche nel caso in cui la Provincia di Arezzo superi nel 2011 i 350.000 abitanti,  allora prima ci dica cosa ci guadagna legittimamente il nostro territorio».

Esordiscono così i Consiglieri regionali del Pdl Paolo Enrico Ammirati (Vicecapogruppo) e Stefano Mugnai, autori di una mozione che impegna la giunta regionale proprio a questo, ovvero a utilizzare i dati del censimento più recente, quello di un anno fa.

«Riteniamo – spiegano Ammirati e Mugnai – che non si possano fare scelte dirimenti per il territorio con dati vecchi di 11 anni. Esiste un censimento aggiornato e quello deve far fede perché, al di là della formalità, è quello il Censimento che fa la veritiera fotografia demografica del territorio. Se Arezzo, nel 2011, ha superato i 350.000 abitanti, come sembrerebbe, allora è normale che ciò sia riconosciuto. Stentiamo davvero a comprendere la volontà della Toscana di prendere come misura un dato vecchio e superato. Questa è la linea del Pdl che abbiamo costruito, definito e concordato insieme al Coordinamento provinciale e al Gruppo consiliare del Pdl in Provincia di Arezzo. Auspichiamo – concludono Ammirati e Mugnai – che i consiglieri regionali Pd ed Idv eletti ad Arezzo, ai quali abbiamo già inviato il testo della mozione per il loro esame, la sottoscrivano».

Ultimi articoli