Prendendo spunto da un celebre film di guerra, oggi un grido disperato si leva dai Sindaci del Casentino (non tutti): “Salvate l’incarico di Ceccarelli, lo vogliamo ancora assessore regionale!” In questo momento a cui si pensa a tutte altre cose, irrompe prepotente sulla scena politica provinciale e casentinese, il proseguo della carriera politica in Giunta toscana di Mister 18.000 preferenze, pardon Mister 15.000.

All’interno del PD poi si sta svolgendo una tragicomica ed epica battaglia tra zingarettiani e post renziani; chi vuole Lui chi vuole la De Robertis. E se non fa l’assessore almeno fategli fare il presidente del consiglio regionale, che diamine!

Ma non sarebbe invece il caso di farlo riposare; cinque comodi anni da consigliere regionale non sono da buttar via (soprattutto per lo stipendio, non proprio quello di un operaio metalmeccanico), un avvicinamento soft alla pensione, dopo tanto lavoro per il nostro territorio e tante inaugurazioni (buffet inclusi).

Lunedì sapremo cosa deciderà zio Eugenio in merito al tormentato destino del Nostro. Il Casentino non dorme nell’attesa…

Il Badalischio (rubrica di satira politica e controinformazione)