fbpx
27.2 C
Casentino
sabato, 25 Giugno 2022

I più letti

Se le acque sono, di nuovo, agitate…

di Andrea Biagini – Il maltempo, che si sta ripresentando in tutta Italia, si accanisce anche sulla nostra regione. Ieri tutti avranno appreso dai media, o dai propri conoscenti, la situazione verificatasi in quel di Firenze, dove il torrente Mugnone ha rischiato di esondare, ed i vari allagamenti di strade e sottopassi hanno provocato non pochi disagi. E’stata soprattutto la circolazione dei mezzi ad andare in tilt. Ma i danni sono stati molti anche altrove, ed eventi di proporzioni allarmanti si sono verificati in tutta la Toscana, con la paura che è tornata anche nel grossetano, flagellato dalla recente alluvione.

La realtà casentinese, se comparata allo stato attuale delle cose in altri luoghi, sembra essere stata sfiorata solo marginalmente dall’autentica “bomba d’acqua”, ma qualcosa sta succedendo anche nella nostra vallata. I livelli del fiume Arno e dei suoi affluenti non sono poi così bassi, e quasi paragonabili a quelli raggiunti dai suddetti corsi d’acqua durante gli eventi climatici verificatisi attorno alla metà di novembre. Il torbido flusso scorre con grande impeto, portando con sé detriti e quant’altro ma, forse complice l’ultima piena, che sembra, di fatto, aver ripulito almeno in parte i letti di fiumi e torrenti, sembra filare via piuttosto liscio.

La cosa più preoccupante, forse, è che una nottata e una mattinata di pioggia piuttosto battente sono state sufficienti a rialzare rapidamente i livelli. Per ora le precipitazioni stanno apparentemente rallentando, almeno a valle, ma il maltempo sembra destinato a proseguire ancora. E non è detto che la situazione nelle zone più alte sia altrettanto tranquilla, con gli affluenti che rischiano, e speriamo di no, di fare la parte dei protagonisti.

Foto scattate nel pomeriggio:
Ponte sul fiume Arno – Strada per Terrossola, frazione di Bibbiena
Diga della Steccaia – Torrente Corsalone, nei pressi di Campi, frazione di Bibbiena





Ultima quattro foto di federica Andretta
(l’Arno a Rassina)



Ultimi articoli