Cari amici del PD di Bibbiena, (ops, stavamo per chiamarvi “compagni”. Perdonateci, ma, si sa, noi siamo retrò), pensavamo che l’invito di Matteo Renzi a fare politica con il sorriso, fosse arrivato anche a Bibbiena. Purtroppo, le linee comunicative devono essere intasate, e qui ancora la politica è rancore, biliosità, veleni personali. Ma noi, che non abbiamo votato Renzi, siamo in questo renziani, continuiamo a discutere con il sorriso, con l’ironia, nella speranza che prima o poi anche voi possiate acquisire lo spirito del vostro leader. E comunque noi abbiano riso a piene ganasce (e pensiamo abbiano sorriso anche molti bibbienesi) leggendo la vostra replica al nostro intervento post primarie sulla trasversale e singolare maggioranza renziana al Comune di Bibbiena.

Pensavamo che l’avreste usato per mettere in difficoltà Bernardini e la sua band per la contraddizione (come anche voi rivendicate) di chi sostiene un politico che proclama l’urbanistica a volume zero…ma poi nel suo comune fa un’urbanistica a volumi liberi, ad libitum, ed altre cosette di questo genere. Invece per il PD di Bibbiena scopriamo che tutti i problemi nascono da quei vecchi politici di SEL, che non prende voti ed avrebbe la pretesa anche di parlare, Già perché per questi innovatori in politica possono parlare ed aver ragione solo quelli che prendono voti ed hanno il potere. Gli altri…tacciano per sempre!.

Se questo è il sillogismo, ha ragione Bernardini a non prendere nemmeno in considerazione la minoranza consiliare. Quella minoranza che ha perso le elezioni, ovviamente, per colpa di quei vecchi politici di SEL. Ma che memoria corta hanno questi innovatori! Non sono gli stessi che si sono scannati nelle primarie per il candidato a Sindaco tra diverse cordate contrapposte, hanno anche importato una signora da Firenze, hanno fatto vincere Vannucci, poi hanno imposto in lista vecchie ricandidature improponibili, mentre noi chiedevamo un completo rinnovamento delle liste?

E’ esilarante, poi, che ci chiedano dove era SEL mentre loro facevano la battaglia contro il nuovo chalet! Forse eravate distratti, amici del PD, (come quando vi siete astenuti su certe delibere urbanistiche), mentre SEL interveniva pubblicamente contro la nuova struttura (come sulla lottizzazione S.Maria, sulla nuova scuola media di Soci, sulle scale mobili ecc.). Lo sanno tutti coloro che leggono qualche giornale e potete magari recuperare le note sul nostro profilo face book o sul nostro sito www.sinistracasentino.org, se proprio (voi soli) non ve ne eravate accorti.

Intanto stiamo ancora aspettando le molteplici iniziative pubbliche annunciate sulla variante urbanistica!!! Ma la cosa ancora più divertente è che questi buontemponi parlano a noi come se noi fossimo il PD e loro…un’altra cosa! Amici, svegliatevi dal vostro sonno/sogno, le primarie sono finite. Ci sarebbero altre cose da fare. Non lasciatele in mano a quei vecchi politici di SEL in cerca di notorietà! Noi abbiamo apprezzato la spinta innovatrice di Renzi (nel senso di Matteo), ma… dio ci salvi dai renziani!

SEL Casentino