fbpx
30.3 C
Casentino
domenica, 26 Giugno 2022

I più letti

“Territorio è bene Comune”

Lunedì 15 Assemblea pubblica di SEL sulle scelte urbanistiche di Bibbiena. “Territorio è bene comune”: è questo l’argomento dell’Assemblea pubblica organizzata dal Sinistra Ecologia Libertà del Casentino, in collaborazione con i propri Gruppi Provinciali e Regionali. “Il titolo non è casuale, sottolinea Luca Tafi, coordinatore SEL Casentino. In questi ultimi tempi abbiamo visto il successo dei referendum per l’acqua bene comune. Ma poi dimentichiamo che acqua e suolo vanno di pari passo. Sono due aspetti del medesimo problema, che interrogano gli uomini, la politica, le istituzioni, per garantire un futuro al nostro pianeta ed alle nuove generazioni”

L’occasione dell’iniziativa è stata data da una variante generale allo strumento urbanistico approvata nel mese di giugno dall’amministrazione comunale di Bibbiena. Variante che SEL giudica “aberrante, in contrasto anche con la legislazione vigente, oltre che con il buon senso”. “Se ci siamo impegnati in questa battaglia, con le nostre poche forze è perché la battaglia per un corretto uso del suolo è parte integrante della battaglia per il nostro futuro. Oggi tutti ripetono che le passate generazioni hanno sprecato le risorse, scaricando debiti sui giovani e sul loro futuro.

Ma la scelta di dissestare un territorio, solo per fare cassa nell’immediato, è un altro modo gretto e miope per scaricare su chi verrà i danni fatti oggi”. Saranno questi i temi trattati nell’assemblea che si terrà lunedì 15 ottobre nella sala del comune alle ore 21, con la partecipazione del Consigliere Regionale Mauro Romanelli, della Capogruppo Provinciale Alessandra Landucci e del Coordinatore provinciale SEl Nicola Nasca . “Noi, ribadisce SEL, rimaniamo fermi all’idea che il territorio è uno dei “beni comuni” indisponibili e da tutelare. Ci impegneremo in ogni modo per impedire che il territorio di Bibbiena subisca questa offesa che peserà sulle future generazioni: Ma il problema è generale, riguarda tutto il Casentino. Vorremo che la nostra iniziativa fosse l’inizio di un dibattito di un confronto serio tra cittadini, tecnici, istituzioni, mondo delle associazioni, e non ridotto a polemichetta strumentale, che a noi non interessa affatto. Per questo ci aspettiamo anche la presenza degli amministratori bibbienesi, che abbiamo calorosamente invitati”

SEL Casentino

Ultimi articoli

Articolo precedenteDiventare angeli
Articolo successivoPresentazione di “Giovanisì”